I FALSI ABUSI.

Premesso che, come da almeno dieci anni diciamo durante le nostre conferenze (a proposito grazie per la bellissima accoglienza che mi avete riservato ieri sera, è stata una delle più belle conferenze che abbia mai fatto), premesso, dicevo che una accusa di falso abuso è grave (quasi) quanto una accusa reale, poiché vergognosamente infamante, va detto che negli ultimi anni fortunatamente si registra a livello mondiale in modo drastico la presenza di falsi abusi.

Tali tipo di accuse erano solitamente mosse in famiglia, durante cause di separazione o da figli già grandi (spesso maggiorenni) che per ripicca nei confronti dei genitori muovevano un castello accusatorio, comunque difficilmente “spendibile” a lungo andare in un aula di Tribunale.

Oggi la ancora incompleta) preparazione di certi servizi e di chiunque si occupi di abuso permette che tali casi siano probabilmente quantificabili nella misura di uno su un milione: certo stupisce che quell’uno faccia più scalpore che il rimanente milione, ma di questo parleremo un’altra volta……

Chiariamo che non basta che un bimbo indichi un ben definito soggetto come pedofilo per farlo “arrestare”, ma aggiungiamo che se c’è ancora un qualche  problema oggi è di tipo contrario: elementi insufficienti e bestie a piede libero. Bestie che nel caso l’abuso sia familiare (contesto dove si svolgono la maggior parte dei casi di falso abuso) accettano, malgrado l’eventuale soluzione di primo grado, di separarsi dal proprio partner, che ritirerà eventuali nuove denunce in cambio del totale affidamento dei propri figli. Mantenendo quindi vivo sia il concetto di FALSO, che quello di ABUSO.                                

 -(continua)-

2 Commenti a “”

  • Sollecitato via telefono con inquietante tempismo – ma l’avrei fatto comunque GIURO – ringrazio pubblicamente gli organizzatori della serata, le autorità ma anche, e soprattutto, le forze dell’ordine che hanno permesso il regolare svolgimento della serata…….. più numerose che ad Atalanta-Brescia ;o) .
    Massimiliano

  • utente anonimo:

    Si è sempre pronti ad indignarsi per quel raro caso… la vita rovinata di un adulto! Ingiusto, certo!
    Ma chi pensa alle vite rovinate di migliaia di bambini?!!
    Vale

Lascia un Commento

Come usare il Blog
Libri
libro nero pedofilia
ho conosciuto un angelo
bambini bucarest
adesivo
prometeo

Per non dimenticare Tommaso Onofri

Tommy

Archivio
Powered by AtSafe