MOIRA DEGLI ELEFANTI, I NAZISKIN E LA JELLA.

Al settimanale Panorama, Moira Orfei ha dichiarato:

“non si chiede mai l’età ad una Signora, e poi io ho gli anni che dimostro”.

Secca la smentita di un gruppo di scienziati inglesi:

“nessuna donna ha mai raggiunto i centotrenta anni d’età”.

 

Dopo le recenti elezioni tedeschi i membri dei gruppi filo-nazisti hanno chiesto di non essere più chiamati così. Per le teste rasate resta confermato però l’epiteto di “rimbambiti”.

 

Fallita (anche) la Diocesi di Tucson, a causa dei risarcimenti danni per i numerosi abusi accertati da parte dei propri sacerdoti. La notizia è stata battuta dalle principali agenzie, dopo che l’associazione Prometeo, capitanata “dall’ambiguo, anticlericale, fragile, psicolabile, violento Massimiliano Frassi” aveva invitato l’avv. Jim Parker, al proprio (“stupido”) convegno internazionale. Parker, che nega ogni parentela col più noto Peter Parker è responsabile della sezione “Vittime di preti pedofili” proprio di Tucson.

La Diocesi ha chiesto l’intervento del noto esorcista Milingo per far togliere alla Prometeo anche l’aurea di porta-jella. Nel frattempo in allegato col giornale locale, per ridurre il danno, a soli 10 centesimi in più il cornetto anti-Frassi: non alla portata di tutti però l’utilizzo, visto il luogo dove il gadget deve essere “riposto”.

 

Lanciata la campagna un soldino per un cretino ma subito bloccata. Le richieste hanno superato l’offerta.

2 Commenti a “”

  • utente anonimo:

    Così bisogna fare, ora di sicuro ci saranno diverse persone, che vedendo i non risultati del loro malefico piano, avranno problemi di ipertensione, e altri disturbi, ad una certa età bisogna però stare attenti con certi giochi!
    Sonia…………………………

  • utente anonimo:

    Parafrasando uno sbrigativo commensale di don Rodrigo (Manzoni): cornetti “ben dati, bene applicati…” Lasciamoli pure crepare di rabbia nel loro fango: meritano anche di peggio.
    Ma, per favore, non dimentichiamo mai che è per i nostri bimbi che combattiamo. Non vorrei che, nei nostri pensieri, regalassimo trioppo spazio a ciò che pensa, fa, e dice certa canaglia con pecorame al seguito; sapere che siamo occupati a pensare quasi soltanto a loro appagarebbe il loro narcisismo e/o li farebbe sentire meno frustrati. Invece dobbiamo curarcene solo x quel tanto che serve (querele comprese) x fare chiarezza e rendere giustizia ai nostri figli e difenderli.
    Avanti! Franco

Lascia un Commento

Come usare il Blog
Libri
libro nero pedofilia
ho conosciuto un angelo
bambini bucarest
adesivo
prometeo

Per non dimenticare Tommaso Onofri

Tommy

Archivio
Powered by AtSafe