IL PROCESSO.

Solito copione. Stesse assurde facce.

Vittime sole (e confuse), da una parte; predatori attorniati da parassiti, dall’altra.

Abbronzati e rilassati, loro; tesi e nervosi, noi.

Sguardi che si incrociano. Frasi mezze sussurrate. Palpitazioni.

Corridoi che portano a stanze. Separate da porte.

Oltre le quali la vita viene discussa, tra gli sghignazzi dei predatori ed i cuori infranti dei genitori.

Chissà se c’è un posto dove tutte le lacrime cadute a terra, si raccolgono. Per formare un fiume. Infinito ed incontenibile. Che trasformi la sofferenza in felicità.

 

Canzone: Paul Mc Cartney, Eleanor Rigby (live); Guns and Roses, Don’t cry.

2 Commenti a “”

  • utente anonimo:

    Mi vengono in mente tante cose … ma una in particolare … il deserto assoluto di sentimenti che “anima” certe persone … è agghiacciante Max … letteralmente spaventoso …

    Alessandra

  • utente anonimo:

    Ieri ero con degli amici a parlare del mio dolore, che novità, e spiegavo loro che il mio scomparto dei ricordi brutti era pieno, non riusciva più a contenerne, allora uno di loro mi ha risposto scherzando, è l’epoca per fare il cambio di stagione.
    Andando a casa ho ripensato a quelle parole che ci hanno fatto ridere, ma è proprio così è ora di mettere nel profondo della memoria questi ricordi, e lasciare spazio alla felicità di mia figlia, alla famiglia che sta pianissimo ritrovando pace, ai nuovi amici sempre vicini e disponibili a capire un dolore difficile da comprendere, alle foglie che diventeranno marroni, al loro scricchiolare sotto i piedi, alle castagne, al libro di Buzzati(molto bello) che sto leggendo, ai film che andrò a vedere, agli amici che potrò rincontrare, alla neve se arriverà, alle mostre che stanno per iniziare, alle torte che preparerò e che mi fanno sempre sentire più mamma, alle poesie che spero di riprendere a scrivere, alle città che voglio rivisitare con mia figlia, all’amore che nella mia famiglia è grande………………..
    Ecco tutte queste cose dovranno occupare un posto nuovo, certo avrò ancora ricordi spiacevoli ma che faranno parte di una vita “ normale”, tutto questo mi aspetto nel futuro, anche se mi rendo conto che sarà difficile da realizzare.
    Grazie Massimiliano…………..
    Sonia…….

Lascia un Commento

Come usare il Blog
Libri
libro nero pedofilia
ho conosciuto un angelo
bambini bucarest
adesivo
prometeo

Per non dimenticare Tommaso Onofri

Tommy

Archivio
Powered by AtSafe