MARCIA PER GLI ANGELI 2004

QUESTA SERA (GIOVEDì 27 MAGGIO ) IN ALCUNE PIAZZE ITALIANE (VEDI QUALI SUL SITO DI PROMETEO) SI TERRA’ LA MARCIA X GLI ANGELI, MANIFESTAZIONE CONTRO LA PEDOFILIA ; QUESTO E’ IL MESSAGGIO CHE HO RICEVUTO DA LUCIANO PAOLUCCI E CHE LEGGERO’ PERSONALMENTE IN QUEL DI BRESCIA. NON AGGIUNGO ALCUN COMMENTO, ASPETTANDO INVECE LE VOSTRE OPINIONI. QUI DICO SOLO: FORZA, LUCIANO! NON PERMETTIAMO LORO DI VINCERE .

“Cari Amici ,

è bella la vostra iniziativa e mi fa felice sapere che in molte città d’Italia si manifesti l’amore leale verso l’infanzia; avrei voglia di gridare il mio disappunto per le atrocità che continuamente sono costretto a sentire, tutte le umiliazioni a cui l’infanzia sempre più frequentemente e con sempre più ferocia viene sottoposta.

E’ con rammarico che vi dico che io almeno per quest’anno non organizzerò nessuna “FESTA ANZIONALE DELL’INFANZIA”: non è solo una forma di protesta, non è nemmeno che io mi arrenda, ma, credetemi, gli ultimi eventi (il caso della bimba di Città di Castello, i casi delle sette sataniche, e altri ancora) successi nella mai regione, mi hanno sconvolto a tal punto da farmi sentire vuoto, quasi spento, i nostri sforzi vanificati.

Se volete per quest’anno sarete voi a organizzare la manifestazione, io prego DIO affinché ci ascolti e ci illumini a trovare un modo concreto per aiutare i nostri figli che sono poi tutti i bimbi del mondo.

Io sarò con voi idealmente.

Ora se permettete, vorrei dare un messaggio a tutti i genitori: state molto attenti a tutti coloro che vivono intorno ai vostri figli, aiutate le persone in difficoltà, non voltate loro le spalle perché potrebbero essere casi che vi si ritorcerebbero contro.

Parlate spesso con i vostri figli, e ascoltateli sempre se vi dicono o vi chiedono qualcosa.

Trovate più tempo da passare insieme a loro e amateli come persone e non come una proprietà privata.

Aiutate e lasciatevi aiutare dalle associazioni serie che si propongono con coerenza, collaborate con esse a divulgare la cultura dell’amore reciproco.

Ecco, vi lascio questa preghiera perché credo che oramai se non si fa così, se non ci muoviamo insieme, presto per i bimbi non ci sarà più niente da fare.

Sappiate comunque che io sono con voi e spero tanto di ritrovare il mio ottimismo per avere la forza di lottare ancora.

Un caro saluto a tutti.”

LUCIANO PAOLUCCI Foligno, 15.05.2004

4 Commenti a “”

  • me la ricordo la storia di Lorenzo Paolucci, e anche quella di Simone Allegretti. avevo più o meno l’età di Lorenzo, quando tutto successe. ricordo che non capivo bene perchè nè come, anzi non capivo affatto il motivo per cui un bambino potesse essere ucciso da un adulto. per mie esperienze personali (molto, molto meno gravi di queste, per fortuna) non mi sono mai fidata molto degli adulti, ma lo stesso non capivo. leggendo la storia di Doris e Lilly e ricordando quella di Foligno, mi viene in mente una sola cosa: la cattiveria umana è al di sopra di ogni sospetto. fermiamola con ogni mezzo.

  • utente anonimo:

    fa male leggere queste parole,sostengo con la mia voce quel tuo “forza!” so che c’è nè bisogno,ora come sempre…a volte trovare le forze è difficile ma non dobbiamo smettere di lottare,non dobbiamo permettere che “per i bambini non ci sia più niente da fare”!buona marcia degli angeli,io sarò a quella di bg…Moon

  • utente anonimo:

    Ecco cosa può fare l’indifferenza…..

    leggere queste parole mi mette una rabbia incredibile, nn contro chi scrive queste parole, ma contro chi nn gli ha fatto sentire che gli siamo vicino, che questa lotta nn è vana, nn è persa, è giusta, e soprattutto che c’è ne bisogno di parlarne il + possibile, di divulgare il messaggio!!!Io sono rimasto molto amareggiato da come i giornali hanno trattato la vicenda di Città di Castello…..è comprensibile che il Sig. Paolucci sia in questo stato, ma ora tocca a noi fargli sentire che la guerra nn è persa, che c’è ancora qualcuno con tante forze che vuole combattere…….

    un saluto a Frassi, e a tutta l’associazione, tenete duro……Sontag.

  • utente anonimo:

    Ieri sera,tornata dalla marcia ho pianto.L’affluenza non è stata molta e le parole della lettera mi riecheggiavano in testa,mi pesavano sul cuore.Perchè sebbene ci avessi provato nessuna delle persone da me invitate ci ha poi raggiunto e l’impressione di isolamento è stata forte.Il punto è che se anche una sola di quelle flebili luci rimarrà nel nostro cuore per essere portata sempre con noi…beh,allora c’è ancora una speranza….Moon^_^

Lascia un Commento

Come usare il Blog
Libri
libro nero pedofilia
ho conosciuto un angelo
bambini bucarest
adesivo
prometeo

Per non dimenticare Tommaso Onofri

Tommy

Archivio
Powered by AtSafe