“Bambina, ma quando cammini sculetti?”

LA VIGNETTA CHE RIASSUME TUTTO.

Nei giorni scorsi vi ho parlato di quelle due “psicoterapeute” che anziché aiutare le famiglie che si erano rivolte a loro facendo il proprio dovere, hanno cercato di insabbiare il tutto, periziando le bambine (età tra i 6 e di 7 anni) con domande del tipo “quando di loro te ne porti a casa”, “sai fare l’occhiolino”.
Oggi riporto una vignetta apparsa alcuni giorni fa sul Corriere della Sera.
“Cinica” da non essere però distante dalla realtà, anzi. Se quella sopra riportata è la cultura che incontriamo in certi servizi (figlia di….), questo è il modo in cui “loro” vedono i nostri figli.
Dopo averla vista urge aggiungere una cosa, semplice semplice, giusto il tempo di un copia e incolla:
« ASSISTENTE SOCIALE: è un operatore che attiva interventi volti a realizzare processi di AIUTO, attraverso un uso delle risorse personali sociali ed ambientali    »  

SEGNALAZIONE: è un atto di responsabilità individuale, NON la formulazione di un giudizio, ma è l’apertura di una collaborazione con i servizi socio/sanitari e la Magistratura Minorile

DENUNCIA: gli operatori dei Servi Sanitari, assistenziali, educativi, in qualità di pubblici ufficiali, nonché gli incaricati di pubblico servizio che abbiano notizia di un reato perseguibile d’ufficio sono OBBLIGATI a fare denuncia, anche quando non sia individuata la persona alla quale il reato sia attribuito /art. 331 del Codice di Procedura Penale).
Meditate gente meditate…..

Lascia un Commento

Come usare il Blog
Libri
libro nero pedofilia
ho conosciuto un angelo
bambini bucarest
adesivo
prometeo

Per non dimenticare Tommaso Onofri

Tommy

Archivio
Powered by AtSafe