Bambini & Estate 3.

Bambini & Estate parte 3…
Continuo con la mia rubrica estiva.

Stavolta vi riporto i dati presentati in una conferenza stampa dall’ospedale Bambin Gesù di Roma.
Partendo da una premessa. Alla loro età il mio massimo “gioco d’azzardo”, poiché di questo si parla, era giocarmi le figurine dei calciatori. O le facevi cadere dal muro e se eri abile e la tua figurina cadeva su quella dell’avversario la vincevi, oppure (e io lo preferivo) si girava una figurina per volta dal mazzo e se usciva la stessa lettera del cognome vincevi e prendevi tutte le “figu” alzate. Niente di più!
Oggi le cose sono cambiate. Anche qua. Sempre in peggio.
580 mila minori (già dall’età di 10 anni) giocano d’azzardo. Nella sola Roma sono due su tre!
Giocano liberamente con le slot (!!!) …comprano gratta e vinci…giocano con le app scaricate nei telefonini, attratti dai messaggi della pubbliciità (cari Signori Totti e Amendola, giusto per citarne due, con tutti gli sponsor che potreste avere…..vabbé, che ve lo dico affà….).
La rincorsa di un benessere a tutti i costi senza tribolare è , se ci pensate, il messaggio che in questi anni abbiamo consegnato loro.
Grazie alla tv (grande fratello e co.), a certi modelli da social (le varie Ferragni), dove l’incapacità è premiata. Dove la meritocrazia è un termine desueto. E tuo padre che si fa 10 ore in fabbrica per pagarti mutuo e studi un emerito co@@@@@e. Tanto l’hai imparato, basta fare un video con una borsa griffata e diventi milionaria. Peccato che come cantava Morandi uno su mille ce la fa, o forse uno su un milione, tutti gli altri sprecano tempo ed energie. Ma soprattutto vita.
Ed in tutto questo torna la domanda già presente negli altri post: ma noi adulti, dove siamo?
A già, forse li aiutiamo a grattare il biglietto (non) fortunato dell’ultima lotteria….

 

I Commenti sono chiusi

Come usare il Blog
Libri
libro nero pedofilia
ho conosciuto un angelo
bambini bucarest
adesivo
prometeo

Per non dimenticare Tommaso Onofri

Tommy

Archivio
Powered by AtSafe