Bambini scomparsi. La storia di Etan.

Bambini scomparsi. La storia di Etan.

Trentatrè anni fa (25 maggio 1979)  l’America si fermò. Tutti cercavano un bimbo, il cui nome oggi torna a risuonare nelle orecchie degli americani:
Etan Patz.
Uscito di casa, nel quartiere di Soho, stava andando a prendere l’autobus. Era una delle prime volte in cui usciva da solo. Percorse poche decine di metri e poi svanì nel nulla.
Subito fu setacciata l’intera zona e schedati decine di pedofili, ma di Etan nulla.
Di lui si occuparono davvero tutti e in sua memoria l’anno dopo l’allora presidente Ronald Reagan, nel 1980 varò la Giornata nazionale dei bambini scomparsi.

Oggi le cronache ci riparlano di lui. Pare che la polizia abbia fermato un uomo che allora lavorava come garzone in una bottega davanti alla quale Etan passò. L’uomo ha confermato di averlo attirato con una scusa, e poi fatto a pezzi. All’epoca era un giovane di 18 anni e fu tra gli “schedati” di cui sopra.
A tutt’oggi lo stesso che non ha problemi a confermare di aver massacrato un bimbo nega l’abuso sessuale.
I genitori di Etan non possono comunque piangere i resti del proprio piccolo. Il presunto assassinio ha dichiarato di averlo “smaltito” tra i rifiuti…..

Lascia un Commento

Come usare il Blog
Libri
libro nero pedofilia
ho conosciuto un angelo
bambini bucarest
adesivo
prometeo

Per non dimenticare Tommaso Onofri

Tommy

Archivio
Powered by AtSafe