“Bergamo: vergognosa la raccolta firme a favore di una persona in carcere per abusi. Siano resi pubblici i nomi dei firmatari!”.

Articolo uscito oggi sui media bergamaschi:

“Bergamo: vergognosa la raccolta firme a favore di una persona in carcere per abusi. Siano resi pubblici i nomi dei firmatari!”.

L’associazione nazionale vittime pedofilia Prometeo, di Bergamo, interviene sulla raccolta firme a favore dell’autista di scuolabus di Mozzanica Oreste Triassi, da un anno circa in carcere per abusi su una ragazzina all’epoca dei fatti dodicenne. Mentre si svolge il processo è stato reso noto che un comitato di sostegno dell’autista ha raccolto “700 firme di solidarietà. Tra i firmatari anche tre sindaci”.

Massimiliano Frassi presidente di Prometeo ritiene “l’iniziativa a dir poco disgustosa. Nessuno s’interroga su come stia la giovane  anzi nei suoi confronti i toni sono da mettere sullo stesso piano di un abuso. In questa società al contrario, dove si manifesta sempre per i carnefici, veri o presunti che siano, e mai per le vittime, che vengano resi i nomi di chi ha firmato. Soprattutto dei tre Sindaci. E’ giusto che chi li ha votati sappia quali posizioni questa gente prende. Ma è anche giusto sapere se il nostro fornaio, il barista dove facciamo colazione, l’edicolante o il nostro vicino di casa, hanno firmato a favore di una persona che da un anno sta in carcere. Da parte nostra piena solidarietà a quella che riteniamo l’unica vera vittima: la ragazzina”.

I Commenti sono chiusi

Come usare il Blog
Libri
libro nero pedofilia
ho conosciuto un angelo
bambini bucarest
adesivo
prometeo

Per non dimenticare Tommaso Onofri

Tommy

Archivio
Powered by AtSafe