Carilio Ghilardi: lettere dai fans al catechista in carcere per abusi.

Carilio Ghilardi. Lettere dei fans in carcere.

Riportiamo alcuni stralci di lettere dei supporter del catechista bergamasco Carilio Ghilardi, apparse sul Giornale di Bergamo di ieri.
Inutile commentarle….ma utili per qualsiasi manuale antropologico che voglia analizzare la razza umana davanti ad un caso di abusi da parte di persona nota.

Vogliamo gridarlo a gran voce siamo vicini a CARILIO.
Lo sosteniamo e siamo vicini a lui.
Siamo tutti frastornati e sotto shock ma tanto fiduciosi che la VERITA’ verrà fuori.
Laura Cometti, Bruno, Emanuele e Simone Zimbelli.

“Se sono la mamma e la donna che sono lo devo anche a Carilio.
Un abbraccio forte,
Roberta

Nella vita fidati delle sensazioni di quella che senti dentro, così sarai sicuro di non sbagliare.
Fidati del tuo cuore, di quello che prova.
Nella vita fidati solo delle persone che non ti lasciano un secondo,
neanche quando tutto va a rotoli, neanche quando al tua vita è un inferno in miniatura.
Teresina e Dato Cornolti, Iris Cornolti, Mira Zimbelli, Melissa Cornolti, Roberta Cornolti, Michele Cattaneo, Luigi Zimbelli, Carla Cornolti.

Una persona e un catechista SPECIALE:
ecco come noi  ragazzi definiamo il nostro Carilio.
Speciale perché ci vuole un mondo di bene, ci dedica un sacco del suo tempo per noi ed è generoso come pochi.
Coi ha fatto capire l’importanza della preghiera e dell’ostare insieme come gruppo:
immancabile era l’incontro del venerdì sera, la messa domenicale e il rosario del lunedì sera. È sempre  disponibile ad aiutarti se hai qualche problema e se può fare un piacere a qualcuno dà il 100% di se stesso!
Fiduciosi che la VERITA’ venga a galla ti abbracciamo forte e ti aspettiamo.
Per noi è sempre il ragazzo che ha passato la sua vita accanto ai nostri ragazzi. Coraggio cari! Mi raccomando!
Conserva ancora quel tuo spirito capace di conquistare e di spendersi per questi nostri figli.
Stiamo soffrendo con te in questo particolare e difficile momento, ma siamo sereni e fiduciosi”.
Fausto e Donatella.

I Commenti sono chiusi

Come usare il Blog
Libri
libro nero pedofilia
ho conosciuto un angelo
bambini bucarest
adesivo
prometeo

Per non dimenticare Tommaso Onofri

Tommy

Archivio
Powered by AtSafe