Archivi per la categoria ‘christopher barrios’

CINICO BLOG.
Indifference
Vi ricordate il caso degli Edenfields, la famiglia di Mostri che sembrava uscita dal film NON APRITE QUELLA PORTA?
Ne parlai qui:
Bene, ora che la loro storia è di dominio pubblico in America e che i blog come il mio (laddove il “come il mio” sta per : stesso linguaggio, stessa scientificità dei dati, stessa incazzatura, stessa necessaria tolleranza zero, etc. etc.), nei vari blog dicevo appaiono spesso i più svariati (ed avariati) commenti.
Commenti così:
“prima che giudichiate gli Edenfields dovreste pensare se Christopher era o meno consenziente. E’ vero la fine che ha fatto è tragica e va condannata, ma si sa che i bambini possono ricevere piacere sessuale…..e quindi lo stesso Chris potrebbe avere ricercato lui stesso questo tipo di pratica andando spontaneamente dagli Edensfields.
(Non è finita) Ovviamente la conseguente morte è una tragedia ma (squilli di tromba) VISTO L’ATTUALE CLIMA DI ODIO VERSO I “PAEDOSEXUALS” è chiaro che agli Edensfields non è stata data alcuna possibilità (traduzione: hanno dovuto uccidere un bimbo che li
voleva sedurre per provare piacere sessuale, altrimenti a causa dei cattivoni come voi/noi sarebbero stati perseguiti).
(Ma non è finita): Se la società fosse più tollerante nei confronti delle relazioni “intergenerazionali” non ho dubbio che Chris oggi sarebbe ancora vivo. Dovreste riflettere sul danno che la gente come voi provoca con questa campagna di odio”.
 
Chiaro no?! Straordinariamente chiaro. Ancora una volta oltre ogni logica. Ed io che mi lamento dei coglioni che saltuariamente postano qui difendendo la propria specie, là sono moooolto più avanti….
Detto questo offro di tasca mia un biglietto di sola andata per l’Italia a chi ha postato tali parole. Qui riceverà un comitato di benvenuto che gli farà vedere la bellezza del nostro paese. In lungo e in largo, sopra e sotto, 6 Feet Under sotto.
 BARRIOS CHRIS
Per non dimenticare:
Qua trovate un video realizzato dalla famiglia per ricordare Chris. Affinché non si scordi mai più un piccolo che amava il baseball e l’Uomo Ragno e che sulla sua strada, nel vero senso della parola, ha trovato tre predatori affamati:
CHRIS TOMB

ALERT: POST SOLO PER STOMACI FORTI.
 la mamma dei pedofili: peggyle foto dei pedofili: georgedavid
 
Torno ad occuparmi della famiglia di mostri (ne conosco alcune italiane molto simili peraltro), rea di aver ucciso il piccolo Christopher Barrios.
Anche perché nuovi dettagli si aggiungono al dramma del piccolo di 6 anni ed un nuovo indagato è entrato a far parte del clan pedofilo.
Cristopher stava giocando da solo quando si è incamminato per andare a mangiare a casa della nonna, casa purtroppo vicinissima ala baracca dove vivevano i mostri.
George aveva già adocchiato il piccolo quando era sceso dallo scuolabus e per tutto il pomeriggio l’aveva tenuto sotto osservazione.
Quando il bambino è passato fuori casa sua gli è bastato poco, uno scatto, un atto fulmineo. L’ha preso con al forza e l’ha trascinato dentro.
Lì insieme al padre l’hanno abusato sessualmente, mentre la donna li guardava ridendo e masturbandosi.
Dopo più rapporti sessuali, hanno concluso l’assalto al piccolo con dei rapporti orali quindi l’hanno strangolato.
Credo di non essere mai entrato nei dettagli come oggi.
L’ho sempre fatto per evitare attenzioni morbose o anche solo di scadere nella volgarità.
Ora però credo che per questa storia i dettagli siano importanti, perché come ho già scritto l’altro giorno, vorrei che vi …..immaginaste la scena.
Un bambino di 6 anni, piccolo ed indifeso, che sta andando da solo dalla nonna e che tutto ad un tratto si trova in balia di tre adulti, grandi, troppo grandi, forti, troppo forti, brutti, bruttissimi, che gli fanno male e paura.
E più lui urla, chiede l’aiuto della mamma o del papà, più si divincola, più loro ridono, ansimano, godono…..
Dopo averlo ucciso chiamano un amico di famiglia (sic!) LE FOTO DEI PEDOFILI donald coleDonald Dale e con lui si sbarazzano del corpo del bimbo, che mettono dentro ad un sacco della spazzatura, mentre la donna ed il marito puliscono le tracce lasciate dal piccolo.
La polizia è arrivata a loro perché dopo aver interrogato tutti i vicini della donna, appena hanno scoperto che George era in passato stato condannato per abusi, l’hanno isolato ed interrogato separatamente dal nucleo famigliare. Fino a quando la bestia ha confessato.
 Mi chiedo per quanto tempo ancora dovremo ascoltare storie così…..e piangere bambini come Christopher. memorial_site
Un bambino di sei anni che amava l’Uomo Ragno ed il baseball. Un bambino come tutti i bambini del mondo. Ucciso da una famiglia di pedofili, uguale a tutte le famiglie, di pedofili, del mondo.
Come usare il Blog
Libri
libro nero pedofilia
ho conosciuto un angelo
bambini bucarest
adesivo
prometeo

Per non dimenticare Tommaso Onofri

Tommy

Archivio
Powered by AtSafe