Come se la passano in carcere i pedofili?!

CINICO BLOG.
Steven Barker è uno degli assassini del piccolo Peter, bimbo inglese di 17 mesi ucciso dalle percosse della madre e di due suoi amici, tra cui appunto lui, il predatore di cui parliamo.
Il bastardo sta scontando una pena a vita, sia per l’omicidio che per aver abusato una bambina di 2 anni.
Perché ne parliamo? Perché la sua storia ci serve per prendere spunto per quanto accade solitamente ai pedofili in carcere.
Nel suo caso, dopo che è stato tenuto per diversi mesi in isolamento, non riuscendo peraltro quasi mai a dormire per le grida che gli altri detenuti facevano con lo scopo di tenerlo sveglio tutta la notte (la stessa cosa dicono sia accaduta all’assassinio di Tommy, Mario Alessi…dicono….), non appena è entrato a contatto con altri detenuti (parliamo di serial killer, terroristi, spacciatori…..), questi hanno pensato bene di fargliela pagare subito. Così uno di loro ha fatto bollire dell’acqua contenente del normale zucchero (ricetta facile facile….!) ed ha buttato il tutto in faccia all’orco. Che ora è ricoverato nell’ospedale della prigione.
Una cosa che colpisce tutti quanti è che in carcere, anzi aggiungo nelle peggiori carceri i pedofili (e chi uccide i bambini!) sono messi al bando da tutti gli altri criminali.
Da un po’ di tempo a questa parte si evita loro l’isolamento creando sezioni carcerarie contenenti solo la feccia della feccia, ovvero stupratori con stupratori.
Che spesso vengono punti dalle guardie carcerarie perché stando insieme si accoppiano tra di loro, si eccitano scambiandosi racconti, narrando le proprie personali “conquiste”…e mi fermo qua perché ho già il vomito…..
Eppure anche lì riescono ad arrivare le sottili vendette da parte degli altri carcerati.
Che tanto per fare un esempio, tendono a sputare sempre nel piatto dei detenuti pedofili, quando viene consegnato loro il cibo nelle mense.
Gli stessi sono soggetto a maltrattamenti e abusi sessuali: spesso si rifà loro ciò che loro hanno fatto ai bambini.
Giusto? Sbagliato? Il mio pensiero poco importa. Ciò che importa è che anche in quel mondo che mondo non consideriamo, tra uomini speso rei dei peggiori crimini, la pedofilia NON è affatto tollerata. Ed ha la giusta….comprensione!
Impariamo gente impariamo……..

7 Commenti a “Come se la passano in carcere i pedofili?!”

  • a44a:

    Solo per questo, ai colleghi di cella darei la libertà per buona condotta…………

  • Questo la dice lunga su quanto il reato di pedofilia sia il reato più aberrante.
    Un applauso grandissimo ai carcerati!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  •  max,
    io non sono d’accordo con le "vendette private" perché sono sintomo di inciviltà
    Però…….
    anzichè 4 anni e 8 mesi……..30 anni di galera.
    da scontare tutti, senza "attenuanti generiche", senza "sconti di pena", senza "buona condotta".
    cosa c’è dietro?
    forse il fatto che su queste storie sono personalmente implicati anche personaggi politici, dell’economia, dell’arte e della comunicazione?
    Ragioniamo su questo, e andiamoli a scovare.
    un abbraccio.
    SHERWOOD

  • mauro:

    io li farei vangare con la vanga infilata nel culo

  • snooppy45:

    IO credo che queste persone “immonde” devono essere lasciate ai carcerati e poi ELIMINATE.
    Non e’ reato eliminare persone come loro ma solamente proteggere altre vittime innocenti.CI vorrebbero adesso a parer mio i campi di concentramento e i forni crematori.

    Scusate ma mi appello alla liberta’ di espressione e quindi scrivo quello che penso fortemente

  • MA ARIO SCIOLARI QUANTO DEVE ASPETTARE PER PAGARE LE SUE RESPONSABILITA’…BISOGNA ASPETTARE CHE QUALCHE CACCIATORE DI PEDOFILI SI METTA NELLE SUE TRACCE”””””””””””

Lascia un Commento

Come usare il Blog
Libri
libro nero pedofilia
ho conosciuto un angelo
bambini bucarest
adesivo
prometeo

Per non dimenticare Tommaso Onofri

Tommy

Archivio
Powered by AtSafe