Due bimbe ad incidente probatorio con il pediatra predatore.

Non si fermano le (brutte) notizie sul caso del pediatra pedofilo di Vicenza, Domenico Mattielo, 64enne al momento in carcere. Brutte poiché fanno aumentare i casi di abusi.
Due nuove bambine verranno sentite, stavolta in incidente probatorio. Una oggi ha sei anni e quando il medico pediatra la visitò, fece uscire al madre dal suo studio. La bimba dopo la “visita” disse alla mamma: “il dottore è matto, mi ha toccato la passerina”.
La Procura ha disposto anche una perizia sui nastri video usati dal medico (che mentre abusava si riprendeva….). Si vuole risalire a precedenti immagini con possibili abusi, sopra le quali ha poi registrato le successive azioni criminali.
Fino ad oggi il medico ha confessato gli abusi su due bambine respingendo le altre accuse.

Un Commento a “Due bimbe ad incidente probatorio con il pediatra predatore.”

  • samantha:

    Lo hanno filmato, questo proprio non si può attaccare a nulla.
    A questo punto chiederà il rito abbreviato così gli regalano lo sconto di un terzo della pena.
    In italia è meglio essere l’imputato, hai un tot di benefit.
    Se va bene il suo processo comincerà fra un anno o due, nel frattempo lui non lavora e non avrà quindi reddito, se ha delle proprietà le “venderà” ai suoi parenti quindi poi potrà godere del gratuito patrocinio.
    Farà ovviamente il pentito (non può negare i filmati) dirà che non sapeva quello che faceva, che non era più in sè…poverino…sicchè è molto probabile che lo inseriranno in un fantomatico programma di recupero ovviamente a spese dello stato.
    Dopo due annetti a casa, perchè troverà sicuramente qualcuno che fiducioso e magnanimo metterà un bel timbro sul suo avvenuto recupero sociale.
    Meno male che ha già i suoi anni e non tornerà a fare il pediatra, meno male che si ha nome e foto, ma non è escluso che non ce lo ritroveremo a fare il volontario da una qualche parte, naturalmente dove ci sono delle bambine.
    Le piccole vittime otterrano sicuramente giustizia, ma quando e in quale modo.
    Il rito abbreviato è stato istituito per snellire i processi.
    Sarà, ma io stamattina ne ho in mente un’altro ancora più breve, è un metodo antico, direi tribale, ma se lo lasciassero un pochino fra le mani delle madri e padri di quelle bambine, sarebbe tutto più breve, semplice ed efficace. Altro che centri di recupero.
    Questo poi è un caso lampante, proviamo a pensare a come vengono fatte vivere le vittime gli anni di processo (meglo dire processi, visto i 3 gradi)
    La civiltà e la protezione verso i predatori è tale solo se si ha almeno lo stesso grado di civiltà e protezione verso le vittime.

Lascia un Commento

Come usare il Blog
Libri
libro nero pedofilia
ho conosciuto un angelo
bambini bucarest
adesivo
prometeo

Per non dimenticare Tommaso Onofri

Tommy

Archivio
Powered by AtSafe