Due pesi due misure

Due pesi. Due misure.

CASO 1: Maschio 50 anni. Un passato, e presente da tossicodipendente. Violento. Se ha in tasca un soldo lo spende in cocaina e slot. O prostitute. Perde il lavoro. Viene sbattutto fuori casa dalla moglie. Va a vivere con una prostituta sua amante e per mantenere i vizi delinque. Svuota appartamenti. Sfasciando tutto ciò che trova e non gli serve. E, ultimo ma non ultimo, aggredisce alcune anziane, fuori dal supermercato. La più giovane ha 78 anni, la più anziana 86. Lui è alto due metri. Fa palestra. Conosce le arti marziali. E quindi fa loro molto male. Quella che finisce in rianimazione ci va per la modica cifra di 9 euro sottrattele.

Arrestato finisce in carcere. Si disintossica (dice la responsabile del suo progetto che tanto lo adora…ops dimenticavo è un narcisista manipolatore, perfetto per certi soggetti). E da qua comincia il bello:

Scarcerato ottiene un lavoro immediato ed un (bellissimo) mini appartamento. Tutto spesato per due anni. Grazie a quei progetti che di caritatevole hanno solo il nome. Ora non voglio fare una critica al reinserimento sociale dei detenuti, ma come sempre preferirei che prima si reinserissero…. le vittime.

Caso 2: donna, 50 anni. Una vita di violenze. Da quando era bambina ha conosciuto solo abusi. Vive con un marito che non le passa nulla, ma proprio nulla. Fa lui la spesa, decide lui cosa si mangia in casa e soprattutto se lei deve o meno mangiare. E’ terrorizzata, non denuncia anche per paura di non sapere dove andare. Non avrà di certo subito casa e lavoro. A meno che non lo uccida, dico io, passando quindi dal carcere. Ma anche qua mi sbaglierei: sarebbe trattata da assassina e butterebbe la seconda parte della sua vita dietro le sbarre dove la “direttrice” di cui sopra, di soggetti come lei non avrebbe certo la stessa pietà e la stessa empatia. Ecco, si avvicinano le elezioni, mi piacerebbe che la parola “vittima” e sua tutela entrasse nelle campagne elettorali. Ma temo di essere fuori tempo con la mia richiesta…

ps oggi “lui” va a comprare dei nuovi mobili e una nuova Tv, “più moderna”. Gli danno un micro prestito anche per quello. …

 

dalla pagina Facebook di Massimiliano Frassi.

I Commenti sono chiusi

Come usare il Blog
Libri
libro nero pedofilia
ho conosciuto un angelo
bambini bucarest
adesivo
prometeo

Per non dimenticare Tommaso Onofri

Tommy

Archivio
Powered by AtSafe