E alla fine mia figlia si è tolta la vita!

LA VOSTRA VOCE. E CHE NON CESSI MAI DI FARSI SENTIRE!
Dopo il post riportato qua sopra, questa lettera ha ancora più valore. L’ho ricevuta martedì e non pensavo che l’avrei mai pubblicata, ma credo
abbia senso farlo oggi:

Cari amici di Prometeo,
Sono  d’accordo che bisogna educare  i  genitori,  gli adulti, affinché  siano  in  grado  di  riconoscere  situazione di disagio  e  campanelli  di  allarme  che
i  piccoli  mandano.
La  mia  povera  figlia,  dopo  una  vita  di  sofferenza,   si  e  tolta  la  vita  alla  età  di  29  anni. Alla  età  di  13  anni  ha   fatto  il  primo  tentativo  di  suicidio.
Alla  età  di  15 anni  mi  disse   piangendo   davanti  a  suo   padre,   che  lui  suo   padre  aveva   abusato  di lei,   da quando  aveva  3  anni.
Io  purtroppo  non  le  ho  creduto,   pensavo  che  si  era  inventato  tutto,   in  quanto  il suo  rapporto  con  suo   padre  era  ottimo,   loro  due  erano  molto  legati,   e  lui  privilegiava  lei   in tutto.
Il  ricordo  è  stato  soppresso,   fino  alla  età  di  23  anni,  finalmente  ha  tirato  fuori,  sono uscite anche delle prove e  finalmente  Io  le  ho  creduto.
Dopo  questo  evento,   la  sua  depressione  è  peggiorata,  e  cercava  continuamente  di  togliersi  la  vita,   con  tagli, overdose  di medicinali.   La  sua  vita  era  diventata orribile.
Secondo  me  i   bambini  piccoli   non  potranno difendersi  d’un  padre,   che  anzi  deve  proteggergli,   è  impossibile, dobbiamo  essere  noi  adulti  ad  educare  e  portare  coscienza  di  questo  atroce  orco,   che  può  essere loro acconto, godendo  d’una  stima  dalla  società,    mascherato  del  padre  benestante,  perfetto,  che  cura  della  sua  bambina.
Chiedo  scusa  del  mio  terribile  Italiano.
Cordiali  Saluti,
“Anna”

nota: come sempre diciamo i nomi, tra virgolette, non sono corrispondenti alla realtà ma da noi inventati.

4 Commenti a “E alla fine mia figlia si è tolta la vita!”

  • MARY:

    Come si fa a commentare questa lettera,piu’ la leggo e piu’ sto male per quell’anima spezzata che non ce l’ha fatta ed è volata in cielo……………..

  • samantha:

    Una lettera che non ha scampo, un dolore che non avrà mai più pace.
    Ha un senso davvero pubblicarla oggi, se io potessi ci tappezzerei i muri degli increduli.

  • aquila reale:

    non siamo creduti. e moriamo da soli

  • Nounours:

    una preghiera per questa figlia..

Lascia un Commento

Come usare il Blog
Libri
libro nero pedofilia
ho conosciuto un angelo
bambini bucarest
adesivo
prometeo

Per non dimenticare Tommaso Onofri

Tommy

Archivio
Powered by AtSafe