Gli uomini non cambiano. Certi poi…

Gli uomini, certi uomini, non cambiano.

Lo cantava bene Mia Martini in un Festival di San Remo di qualche anno fa, dove a vincere erano ancora le canzoni, lo confermano le cronache. Nere e non musicali, di oggi.
Certi uomini non cambiano proprio. E non parliamo qua di pene d’amore, tradimenti e rancori, parliamo di quegli uomini, pardon, quei maschi che proprio di cambiare non ne hanno voglia, peggio non possono. Poiché sarebbe come cambiare un braccio, un orecchio, un ginocchio. Servirebbe come minimo un intervento di alta ingegneria genetica, senza peraltro avere garanzie sulla buona riuscita.
Nel 2009 all’ospedale di Vicenza arriva una bimba di 4 anni. È stata letteralmente pestata a sangue.
Dal papà.
Il quale ha l’ardire di scusarsi e promettere “di non farlo più” e di essere stato disperato poiché rimasto “senza lavoro”.
Ora però torna in carcere poiché poco tempo dopo quel fatto e dopo una condanna, era uscito dal carcere e aveva replicato le aggressioni, coinvolgendo stavolta anche gli altri figli.
Interessanti i temi della giustizia: lui finisce in carcere nell’agosto del 2009. Oltre alle botte deve scontare anche una pena per detenzione di sostanze stupefacenti. La pena è di ben…1 anno e 8 mesi di reclusione, ottenuti col patteggiamento. Ne fa 5, di mesi, poi torna a casa. Ripesta a sangue i figli e ora, 2012, rientra per scontare l’anno e pochi mesi rimanenti.
Così folle questo percorso da sembrare una barzelletta. Di quelle che nemmeno a San Remo forse riuscirebbe a trovare posto. A meno che non torni Celentano, ma quella è un’altra storia….

Lascia un Commento

Come usare il Blog
Libri
libro nero pedofilia
ho conosciuto un angelo
bambini bucarest
adesivo
prometeo

Per non dimenticare Tommaso Onofri

Tommy

Archivio
Powered by AtSafe