IL BORGO DEI PESCATORI.

Cetara, è un piccolo borgo di pescatori sulla costiera amalfitana. Di quelli dove tutti conoscono tutti e non accade mai nulla. O meglio, non accade mai nulla fino a quando quel “nulla” non grida così forte da spaccare le pareti, abbattere le case, scuotere (forse) le coscienze. Un’altra bimba abusata. Altri orchi. Con le sceneggiature di sempre. Abusi (di tipo SADICO) dall’età di 5 (CINQUE) anni. E consueta produzione di materiale pedopornografico ad uso e consumo dei propri simili.
Sette anni di violenze spesso a cadenza quotidiana da parte del padre, del fratello e di un vicino di casa non sono cose che si dimenticheranno facilmente.
Come non si dimenticherà l’aver avuto una madre accanto che forse era complice, ed oggi non a caso è indagata per favoreggiamento.

Un plauso invece alle insegnanti che, quando nel 2008 la bimba si sentì male in classe, la soccorsero raccogliendo, in toto, il suo dolore.

4 Commenti a “IL BORGO DEI PESCATORI.”

  • a44a:

    Magari all’occorenza ci fossero state insegnanti così……………

  • …sono stati sequestrati 5mila cd, 50 computer, pen drive, hard disk, dvd, videocassette, ma anche un fucile e alcune bombe carta. Il giro è più grosso, si ipotizza commercio di immagini, di film, qualcos’altro che presuppone minacce, ricatti, paura. Troppi sembrano essere a conoscenza di ciò che accadeva in quella palazzina, nessuno ha mai parlato perchè, come dice il procuratore Franco Roberti: «Il legame tra pedofili è più stretto di quello tra camorristi perchè nasconde il reciproco coinvolgimento».

  • E’ proprio vero, i pedofili sono peggio dei mafiosi …
    Povera bambina, mi commuovo pensando al suo dolore…
     

  • Sarnno pure peggio dei mafiosi ma la paura non dovrebbe prendere mai il sopravvento;questi atti orribili vanno denunciati.
    grandi le maestre,magari ce ne fossero di più!
    Per quanto riguarda la madre…………..non ho parole,provo solo un infinito schifo.

Lascia un Commento

Come usare il Blog
Libri
libro nero pedofilia
ho conosciuto un angelo
bambini bucarest
adesivo
prometeo

Per non dimenticare Tommaso Onofri

Tommy

Archivio
Powered by AtSafe