Il pedofilo in fuga e il dramma di una madre.

Il pedofilo in fuga e il dramma di una madre.
Continuano le ricerche di Giovanni Bocchio, pedofilo di Alessandria, condannato in Cassazione a 6 anni e 9 mesi, ma resosi irreperibile proprio nel momento in cui doveva varcare la soglia  del carcere.
In un’intervista uscita su Il Secolo XIX parla la mamma della bimba abusata (all’epoca, 4 anni d’età) da Bocchio.
Questi alcuni stralci:
“devono prenderlo, non voglio che faccia del male ad altri bambini”.
“Le ha rubato l’infanzia, per questo non c’è pena che tenga. Ma adesso vorrei solo che lo prendessero, per evitare che faccia del male a qualcun altro, come ha fatto a mia figlia”.
C’è chi è ancora convinto che ci siamo inventati tutto, chissà perché…chi ha accusato tra le righe mio marito di essere stato lui a far vedere film porno a nostra figlia, condizionandola.
A loro vorrei solo  far sapere quello che ho passato quando mia figlia si svegliava la notte e veniva a vedere se ero viva, quando si tagliuzzava la bocca, quando balbettava, quando pensava che la nostra separazione era colpa sua, perché era brutta e sporca, e perché aveva parlato contravvenendo agli ordini, al ricatto del suo molestatore”.
Per la cronaca, aggiungono, quella bimba oggi sta bene (ma starebbe meglio a aspre che lui è in carcere, non credete?). È una bimba forte, intelligente, che come dissi a sua mamma una volta “sembra abbia al testa di una ottantenne”, se pensiamo in termini di maturità ed intelligenza.
La stessa che è latitata intorno a lei in questa ennesima brutta storia. Di abusanti e loro complici. Inetti soggetti che ancora oggi fanno il giro dei bar di Finale Ligure (dove il caso è accaduto) strappando gli articoli dai giornali che parlano di Bocchio.
Chissà, forse perché se si arriva a lui, si arriva pure a loro….
 Intanto, come già scritto qua un paio di giorni fa, questa è la foto: diffondetela e se qualcuno l’avesse visto segnali subito la cosa al 112 o al 113, grazie!

Lascia un Commento

Come usare il Blog
Libri
libro nero pedofilia
ho conosciuto un angelo
bambini bucarest
adesivo
prometeo

Per non dimenticare Tommaso Onofri

Tommy

Archivio
Powered by AtSafe