In dirittura d’arrivo il processo al catechista Carilio Ghilardi.

In via d’arrivo il processo al catechista bergamasco accusato di abusi.

Carilio Ghilardi, catechista presso l’oratorio di Sorisole, andrà a processo il 01 marzo 2013 con rito abbreviato.
A deciderlo ieri il Tribunale di Bergamo.
Nel frattempo restano confermati i domiciliari, con uno spostamento  da una sorella a casa sua a Sorisole (forse perchè non lo volevano più? Chissà…..).
Malgrado il rito abbreviato (con relativi sconti di pena) oggi sui giornali leggiamo che “si può ipotizzare una condanna a 12 anni, dato che gli vengono contestati un centinaio di episodi, con l’aggravante del fatto che il suo ruolo di catechista sia equiparato a quello di un insegnante”.
Il Carilio non era ovviamente presente.
Pesante invece è ancora il clima che si respira in paese, stavolta però non più contro le vittime (già avete letto bene, contro le vittime) ma contro chi difende l’abusante.
Non dimentichiamoci che solo pochi giorni fa, a Bergamo la gente è scesa in piazza, con a capo il Sindaco, per manifestare sotto casa di uno stupratore arrestato poche ore prima dalla Polizia.
Che i tempi stiano cambiando, lo si deve forse proprio all’arroganza degli abusanti. E di chi ne fa le veci.

I Commenti sono chiusi

Come usare il Blog
Libri
libro nero pedofilia
ho conosciuto un angelo
bambini bucarest
adesivo
prometeo

Per non dimenticare Tommaso Onofri

Tommy

Archivio
Powered by AtSafe