IO STO CON LA TAXYSTA DI ROMA!

io sto con la taxysta di roma

io sto con la taxysta di roma

 

 

C’è stato un tempo in cui tutti erano Charlie,
anche se Charlie, diciamolo, di cazzate ne aveva fatte e dette tante. Ma per
difendere quella libertà, troppo spesso “esagerata” ma soprattutto
l’invasione del “barbaro” eravamo tutti Charlie…poi come sempre,
finito il programma abbiamo cambiato canale…e quando ci è stato chiesto di
essere qualcosa d’altro, che ne so, magari un clandestino morto su un barcone
col figlioletto in grembo ecco che allora ci siamo tirati indietro…oggi vi chiedo
io di essere qualcuno..vi chiedo di essere una donna conducente di taxy Roma,
la mia città d’adozione….ma non una taxysta come tante…una taxysta che un
giorno fa salire sulla sua auto un ragazzo, bianco, italiano, che parla in
romanesco, dalla faccia normale e i modi per bene. E si risveglia col volto
tumefatto e una violenza subita, perché lui bravo non lo è, lui è uno
stupratore (e ladro!)…
Quindi oggi o stiamo con lei o stiamo contro di lei, senza se e senza ma…io
ho scelto. voglio scegliate anche voi!

I Commenti sono chiusi

Come usare il Blog
Libri
libro nero pedofilia
ho conosciuto un angelo
bambini bucarest
adesivo
prometeo

Per non dimenticare Tommaso Onofri

Tommy

Archivio
Powered by AtSafe