La bimba cieca ed il viaggio a Bucarest degli operatori di Prometeo.

La bimba cieca ed il viaggio a Bucarest degli operatori di Prometeo.

Gli operatori di Prometeo da oggi sono al Budimex per la preparazione della consueta festa di San Nicolaus. Al loro rientro vi aggiorneremo sul viaggio, sui nuovi casi (bruttissimi….), sulla situazione della Romania e dell’ospedale (idem…) ma soprattutto sui sorrisi che raccoglieranno alla consegna dei vostri doni.
Oggi ci saranno le visite domiciliarti: tra queste quella ad una bimba non vedente e malata di cancro. Che vive con la nonna (pure lei malata dello stesso male), la mamma, il fratellino ed un padre etilista. Il tutto in pochi metri di casa. La madre non può mai lasciarla sola. E’ giovanissima ma dimostra mille anni. Non esiste in tutta Bucarest una scuola che la accoglierla, poiché non sanno come gestire una bimba cieca. Le alternative ci sarebbero, dicono peccato siano quegli orfanotrofi lager che ben conosciamo.
Stamani la telefono la nostra operatrice Caterina mi diceva: “cosa ne sarà di questa bimba un domani, quando la madre non ci sarà più? Te lo dico io. La metteranno in manicomio”.
Intanto concentriamoci sul suo sorriso, e su quello degli altri bimbi, quando le bambole, gli orsacchiotti e tutti gli altri giochi si presenteranno a loro per essere coccolati, azionati, e quant’altro. Ma poi, con quei sorrisi nel cuore, dovremo cercare di cambiare, in meglio, alcune esistenze.
E se la piccola  non vedrà mai sia l sole, sia il sole a sedersi al suo tavolo ed a dirle, ciao sono qua.

 Nota: La foto è di William Snyder, che grazie ad un reportage sui bimbi della Romania, ha vinto il premio Pulitzer.

Lascia un Commento

Come usare il Blog
Libri
libro nero pedofilia
ho conosciuto un angelo
bambini bucarest
adesivo
prometeo

Per non dimenticare Tommaso Onofri

Tommy

Archivio
Powered by AtSafe