La figlia subisce abusi. I genitori difendono l’abusante. E la figlia oggi…

Che il nostro non sia (più) un paese per bambini, me l’avete sentito urlare (e dimostrare coi fatti) oramai non so più quante volte.
Ma sentite cosa è accaduto alle porte di Vicenza (nella zona di Lugo).
Una bambina subisce abusi dall’età di 4 ( QUATTRO!) anni all’età di 9 (NOVE!!!!).
Quindi, per essere capito da tutti ma proprio tutti per 5 anni, quelli in cui l’unica preoccupazione è giocare con gli amichetti o dover finire i compiti per la scuola, la bambina è in realtà un giocattolo per un pedofilo. Da abusare. Sessualmente.
I genitori sono al corrente della cosa e quando la bimba va a incidente probatorio le dicono di “negare” ma soprattutto di”non parlare mai di quel amico di famiglia né dei giochi che fa con lui”.
E la bimba, terrorizzata e spaesata, tace.
Per fortuna bastano 5 minuti per capire se un bimbo mente (5 se si è preparati, 10 se si è impreparati) e a fronte anche di precedente i comportamenti della piccola (che si sera confidata ad una maestra, chiedendo aiuto) le forze dell’ordine mettono una cimice. Dove registrano le minacce della coppia di genitori.
Il pedofilo per la cronaca è stato condannato a 6 anni (uno solo in più per ogni anno di abuso…) e la coppia di genitori è pura stata condannata per favoreggiamento alla pena record di: mesi sei…..
Già, non è un refuso, SEI MESI di condanna.
In realtà di questa turpe vicenda questa non è al cosa più assurda.
”C’è di peggio? Ci può essere di peggio di una coppia di genitori che sa che la figlia è il modo in cui un pedofilo si trastulla (nome dello stesso: Benson Yeboah, di origini ghanesi)e che viene condannato ad una pena inferiore di quella data ad una anziana milanese che un mese fa è stata colta in flagranza di reato mentre al supermercato rubava un pacco di pasta, poiché non arrivava a fine mese?”: questo quanto suppongo vi stiate chiedendo.
Ebbene. La risposta è: sì.
E sapete qual è l’assurdo nell’assurdo?
È che la bambina, ha sempre vissuto – e continua a vivere – con i genitori.
In giorni in cui si parla (nel 99% dei casi a vanvera) di sottrazioni di minori, una storia che fa riflettere sulla reale tutela dei bambini nel nostro paese.

Un Commento a “La figlia subisce abusi. I genitori difendono l’abusante. E la figlia oggi…”

  • monicaurora:

    Come ho già detto non finirò mai di indignarmi!!! Nn bisogna smettere di lottare contro qs mostri!!! E il ns silenzio è la loro arma piu’ forte!!!E poco importa se quando tu lotti gli altri non ti credono o ridono di te x’ posti ogni giorno la foto di un orco che ha abusato di una bimba…
    Noi siamo così…e così resteremo:SEMPRE DALLA PARTE DEI BAMBINI.

Come usare il Blog
Libri
libro nero pedofilia
ho conosciuto un angelo
bambini bucarest
adesivo
prometeo

Per non dimenticare Tommaso Onofri

Tommy

Archivio
Powered by AtSafe