La mia storia di bambina abusata in festini organizzati da pedofili.

166575816

166575816

 

Ricevo e riporto.
Post adattissimo ai commenti di questi giorni.

tumblr_m8y827zF8K1r1p87vo1_500

<<Sai Max la mia ischemia si mangia tanti ricordi e ne fa riaffiorare altri. e stanotte leggevo persone che auguravano la castrazione al violentatore di turno e i ricordi mi hanno sepolta. sai Max i pedofili spesso sono impotenti e la gente è convinta che se rendi impotente un violentatore questo non avrà più motivo di fare del male. non è così. anzi. gli impotenti sono i peggiori. la violenza sessuale NON è PENETRAZIONE. se ti ricordi la mia storia ricorderai che sono una “bambina usata come torta in festini organizzati”. potrei anche dirti una “prostituta bambina” ma rifiuto di essere definita prostituta o bambina dedita alla prostituzione in quanto non consenziente (questo vale per chiunque). sono passati molti corpi e molte mani su di me e credimi se ti dico che mi ha sempre colpito la facilità nel trovare clienti in un’era dove non esisteva alcun mezzo, anni 70/80, informatico/informativo se non il passaparola e le chiacchiere da bar. perché pensare di offrire una bambina di 8/9/10/11/12/13 anni e trovare con facilità compratori è qualcosa che va oltre la mia immaginazione. e sai Max ricordo che non erano i sessualmente attivi i peggiori. loro usavano, toccavano ma il tutto era concentrato sulla penetrazione e il piacere. era doloroso ma era veloce. ma gli impotenti… leccavano, penetravano con dita e unghie, a volte oggetti, strizzavano, e pretendevano rapporti orali e il tempo passava e il loro coso era morto e loro si sentivano umiliati e diventavano bruschi e violenti e magari smettevano di torturarti dopo 4 ore. e finalmente anche chi mi vendeva mi lasciava i polsi. e dire che mi sentivo sporca è dire poco. e il dolore non era trattenibile e le lacrime accusate di togliere l eccitazione e tutto ricominciava. ma eccitava l’uomo di mia madre, il magnaccia di mia madre, il pappone, che mi stuprava ancora e ancora davanti al cliente con la scusa di riaccendere quella eccitazione che prendeva solo la testa e mi colpevolizzava di non avvenuta erezione. quindi… prima di augurare la castrazione a qualcuno bisognerebbe capire che un bastardo violentatore può diventare anche molto, ma molto peggio.>>

 

I Commenti sono chiusi

Come usare il Blog
Libri
libro nero pedofilia
ho conosciuto un angelo
bambini bucarest
adesivo
prometeo

Per non dimenticare Tommaso Onofri

Tommy

Archivio
Powered by AtSafe