Lettera di una donna vittima di abusi e mamma di un bimbo abusato.

Lettera di una donna vittima di abusi e mamma di un bimbo abusato.
La lettera che segue è arrivata venerdì sera ed è stata una delle testimonianze che abbiamo letto in apertura dell’incontro di sabato. In attesa dl mio resoconto sulla due (quasi tre) giorni, ve la riporto integralmente:

Carissimi amici,
è inutile dirvi che mi dispiace tantissimo non poter essere qui con voi…ma sentivo comunque il bisogno di scrivervi queste poche righe, anche se sintetizzare quello che si ha nel cuore non è semplice ma spero vi arrivi.
Questa riunione dovrà essere l’inizio di una nuova vita….la nostra vita!!!!!!
Basta soffrire…basta colpevolizzarci…basta!!!!!…Impariamo a prendere la nostra vita in mano e rendiamola degna di essere vissuta!!!!
Non sono impazzita 🙂 e tanto meno superficiale…io come alcuni di voi sono stata molestata e abusata….come alcuni di voi ho vissuto con grandi sensi di colpa….come alcuni di voi mi sono fatta del male, sono passata dall’eroina all’alcol, sono arrivata a pesare 48 chili sfiorando l’anoressia…cercavo in tutti i modi di distruggermi.
Ma si trattava di me e anche se sbagliavo di grosso era comunque la mia vita….finché un giorno…un maledetto giorno abbiamo scoperto, io e mio marito, che nostro figlio era stato abusato. Ci è caduto il mondo addosso e per me, che avevo passato l’inferno, è stato un dolore immenso…difficile da poter spiegare….ma so che mi capite.
Per nostro figlio, in questi cinque anni, abbiamo fatto il possibile e anche di più…non ci siamo mai arresi…mai stancati di combattere anche quando sembrava che tutto ci remasse contro…e adesso siamo quasi alla fine del processo.
Però, ormai, io non vivevo più….sopravvivevo!!!!!!
Sentivo, nonostante avessi un marito meraviglioso e due splendidi bambini, di non voler più affrontare questa vita e come se una parte di me si fosse definitivamente spenta.
Finché un giorno e vi parlo di poco tempo fa, in un periodo davvero nero,…mi sono resa conto che ero stanca di vivere così…perennemente triste nell’animo….facendo del male a me stessa e soprattutto a chi mi vuole bene…..ai miei bambini. I nostri bimbi, come ben sapete, sono spugne e percepiscono la nostra sofferenza e ne soffrono….e non è giusto!!!!
Cavolo ragazzi, facciamo parte di questo mondo e non dobbiamo buttarla via così!!!
Per carità, non dico che è semplice, ma almeno proviamoci……ma soprattutto crediamoci!!!!
Non si può dimenticare il dolore, non si può e non si deve cancellare il passato perchè è questo che ci ha reso UNICI ma possiamo imparare ad accettarlo e voltare finalmente pagina.
Si…voltare pagina e imparare a VIVERE, imparare che non esiste solo il nero ma anche tanti bellissimi colori fatti di tante sfumature….e quando questi colori perdono il loro splendore non arrendiamoci…..siamo positivi….solo così ritorneranno a brillare.
Vi abbraccio tutti con tantissimo affetto.
“Rossella”

Lascia un Commento

Come usare il Blog
Libri
libro nero pedofilia
ho conosciuto un angelo
bambini bucarest
adesivo
prometeo

Per non dimenticare Tommaso Onofri

Tommy

Archivio
Powered by AtSafe