Lettera di una nipote alla nonna: “non mi hai protetta dallo zio pedofilo!”

Premessa. La lettera che state per leggere è stata un vero e proprio atto catartico, liberatorio per chi l’ha scritta. E la rabbia, che da mesi non si sbloccava, è finalmente uscita. Ecco il perché di certi toni che ho volutamente lasciato. Resta al di là di tutto, una liberazione. Grande come quella che ha portato questa nostra amica, una volta raggiunta la maggiore età, a trovare la forza ed il coraggio di raccontare gli abusi a cui per anni lo zio (attualmente libero) l’ha condannata.
Grazie di cuore amica bella. Con la stima che sai.

riunione nazionale vittime pedofilia a bergamo

“Cara specie di nonnina.
Per prima cosa, io non so chi tu sia e non mi interessa neppure scoprirlo, l’unica cosa che so è che dovresti essere (ipoteticamente) mia “nonna”. È inutile dire che io non ti considero come tale, per ovvi motivi! Uno dei quali è sicuramente che: nonostante tu fossi a conoscenza del mostro che ti ritrovavi Cordiali saluti. La nipote che hai lasciato nelle mani del mostro.

come figlio e che sapessi perfettamente che egli stesso avesse già abusato di una sua cuginetta hai tenuto la bocca chiusa e non hai detto nulla a mia madre. Se solo tu l’avessi avvertita io non avrei dovuto subire per anni quello che ho subito! Ma d’altronde a te che te ne frega? Tanto non ha toccato te, e tu da brava madre del cazzo, che sei, lo proteggi tutt’ora invece di mandarlo in una casa di cura per teste di cazzo! Dunque è abbastanza patetico che io stia qui a scriverti tutto ciò perché parlare con te è come parlare con un muro che non ascolta e non risponde! Visto che ami proteggerlo così tanto e che ritieni che non abbia fatto nulla di male, perché non te lo riprendi sotto le tue ali protettrici e lo riporti li accanto a te? Tanto la vita è una ruota che gira e come l’ho preso nel culo io lo prenderai nel culo anche te e quando ciò accadrà io sarò lì, in prima fila a ridere di quanto tu sia stata ignorante e di come chi hai protetto con tanta ferocia ti abbia voltato le spalle! Io sono contentissima che mia madre non sia un pezzo di merda, ipocrita ed egoista come te! Una cosa giusta nella tua vita la potresti fare e sai qual è? levarti dai coglioni, tanto non ci sei mai stata dunque non dovrebbe essere un problema per te! Io non ho nonni e non ho zii tu come tuo figlio siete morti! Anzi per me non siete proprio mai nati! La mia famiglia è composta da mio padre, mia madre e mio fratello, così è nata e così rimane. Dunque cara, se mai tu fossi in punto di morte non sprecati a farmelo sapere perché non me ne può fregar de meno! Con questo ti dico solo che la morte non si augura a nessuno, ma basta vedere la vita di merda che fai per capire che sarebbe inutile augurarti la morte se non sei proprio mai nata!
Cordiali saluti. La nipote che hai lasciato nelle mani del mostro. ”

I Commenti sono chiusi

Come usare il Blog
Libri
libro nero pedofilia
ho conosciuto un angelo
bambini bucarest
adesivo
prometeo

Per non dimenticare Tommaso Onofri

Tommy

Archivio
Powered by AtSafe