Nonni pedofili.

Tra i ricordi che rendono la mia infanzia splendida c’è sicuramente la presenza dei miei nonni. Purtroppo mio nonno lo persi che ero ancora  piccolo. Quanto avrei voluto godermelo. Averlo accanto nel tempo, confrontandomi (anche) con lui. Per questo notizie come quelle che sto per commentare mi fanno, se possibile, ancora più male. Rendendo questa lotta sempre più necessaria (nell’impegno e nei “toni” sposati) ma altrettanto dolorosa.
La Procura di Ancona ha rinviato a giudizio un “nonno” residente in un paese della Vallesina. L’accusa: abusi sulla propria nipotina. Di anni 3.
Alla bimba (che si lamentava dicendo di sentirsi “sporca”…) ed alla sua famiglia il nostro abbraccio più forte. Sarà un percorso duro il processo (già pare che i legali del nonno vogliamo far risentire al piccola) ma da oggi non siete più soli.
Come non sono soli gli amici di Napoli, il cui processo (sempre al nonno pedofilo) pare debba ripartire da capo. Anche qua, come per il caso Materi (perdonate ma le perizie le metto domani mattina. Scusate ma il ritardo non dipende da me!) il tutto riparte da capo causa cambio del consiglio giudicante.
Intanto il tempo passa…e magari tra qualche anno qualcuno vorrà risentire le vittime, sul bando dei testimoni…

Lascia un Commento

Come usare il Blog
Libri
libro nero pedofilia
ho conosciuto un angelo
bambini bucarest
adesivo
prometeo

Per non dimenticare Tommaso Onofri

Tommy

Archivio
Powered by AtSafe