Parole contro l’abuso

Dalla pagina Facebook:

Non si “muore per amore”, si muore per eccesso, possesso, senso di superiorità, violenza, odio, invidia. Non esistono “fidanzatini”, se si parla di omicidio esistono “assassini” e “criminali”. “E’ buono”, “lo conosco bene”, “è un bravo ragazzo”: sono frasi fatte che hanno fatto il loro tempo. E non si possono più sentire. Tutti i pedofili sono brave persone. Tutti i padri abusanti sul lavoro sono splendidi. Ed anche “l’uomo” nella foto adorava gli animali. Ma chiedete un po’ alle loro vittime come li si deve definire…dovrebbero essere le uniche autorizzate a parlare di loro. Le parole sono importanti. Ed una rivoluzione culturale, oggi più che mai necessaria, passa anche da queste. Orientate dalla parte della vittima, senza se e senza ma. Orientate contro chi delinque, senza alibi né fioriture varie.

I Commenti sono chiusi

Come usare il Blog
Libri
libro nero pedofilia
ho conosciuto un angelo
bambini bucarest
adesivo
prometeo

Per non dimenticare Tommaso Onofri

Tommy

Archivio
Powered by AtSafe