Permessi premio all’assassino di Tamara. Libero a fine 2018?

tamara montiTamara. Il 2 febbraio del 2007 questa bellissima ragazza, sensibile addestratrice di delfini, venne uccisa a coltellate dal vicino di casa. Il giorno dopo lei avrebbe traslocato. Lui, l’assassino Alessandro Doto dirà di averla uccisa perché esasperato dall’abbaiare dei suoi cagnolini (sic). Da quando lessi questa storia sul giornale, apprendendone la notizia, per una strana alchimia subito mi legai a Tamara. Decidendo di ospitarla nel mio cuore e ricordarmi sempre di lei. Sarà stata la sua passione per i delfini (il suo preferito si ammalò e morì di crepacuore non vedendola più….) o no so cos’altro, ma accadde. Ed ogni anno ho letto le notizie che la famiglia diramava. Una famiglia vittima di un assassino che veniva accudito in carcere, dove le attenzioni e gli aiuti erano sempre più di quelli che a loro erano dati. Oggi si scopre che il delinquente ha beneficiato di un permesso premio (sì continuiamo a chiamarli così, che la presa per il c@@o almeno è bella evidente) per uscire dal carcere (ricordiamo che la condanna fu di 14 anni di carcere e tre di struttura psichiatrica protetta, in quanto definito “semi-infermo di mente” ma anche pericoloso ed in grado di tornare a colpire) e che già il prossimo anno…sommando gli sconti e i regali, potrebbe uscire. un ennesimo assassino PERICOLOSO in libertà Pronto a colpire se un cagnolino dovesse abbaiare di nuovo. Per oggi riportiamo la notizia. A breve capiamo tutti quanti insieme come farci sentire.

I Commenti sono chiusi

Come usare il Blog
Libri
libro nero pedofilia
ho conosciuto un angelo
bambini bucarest
adesivo
prometeo

Per non dimenticare Tommaso Onofri

Tommy

Archivio
Powered by AtSafe