Prete rinviato a giudizio per abusi scrive lettera aperta di difesa.

 

 

Prete rinviato a giudizio per abusi scrive lettera aperta di difesa.

È stato rinviato a giudizio per abusi sui minori Don Luigi Mantia, sacerdote 49enne originario di Cassano D’Adda (Mi), che da poco più di un anno risiede presso il prestigioso Santuario di Caravaggio (sic!)..
Gli episodi incriminati sarebbero accaduti a Martignana di Po (Cr) quando prestava il suo servizio di parroco.
Lui stesso dall’altare diede la notizia di essere finito nel registro degli indagati, con queste parole:
”nel marzo del 2009 sono stato denunciato dal padre di un bambino. Assicuro che affronterò anche questa situazione per me dolorosa con piena responsabilità e con la possibile serenità”.
Il processo inizierà il prossimo 5 febbraio 2012 (4 anni dopo la denuncia). Le indagini hanno portato ad un cambio di registro dell’accusa. Se inizialmente infatti si parlava di abuso di mezzi di correzione, oggi si parla di abusi sessuali su due minori.
Sul sito della Diocesi è recentemente apparsa una nuova lettera di Don Luigi, che riportiamo:
”non voglio esprimere valutazioni sulla “percezione” o “costruzione” degli episodi che una persona (con il coinvolgimento successivo di un’altra) ha rappresentato. Sono qualche centinaio le persone che mi hanno conosciuto e che hanno sperimentato per 25 anni, il senso di dedizione e di rispetto che ho sempre avuto, non solo nei confronti dei ragazzi, non solo a Martignana di Po. Non mi compete neppure parlare di quello che la magistratura ha espresso o vorrà decidere nel futuro. Da un certo punto di vista questo aspetto non mi deve toccare più di tanto. Quello che mi preme e che ho già avuto modo di dire a chi di dovere, è ciò che la mia coscienza mi detta.
 Nulla di quanto viene attribuito alle mie intenzioni o ai miei atteggiamenti è reale. Il resto fa parte del “gioco” o del “dramma” delle cose umane, le quali spesse volte sono diverse rispetto a quelle di Dio”.

I Commenti sono chiusi

Come usare il Blog
Libri
libro nero pedofilia
ho conosciuto un angelo
bambini bucarest
adesivo
prometeo

Per non dimenticare Tommaso Onofri

Tommy

Archivio
Powered by AtSafe