Quale di questi è un bimbo che ha subito abusi? In attesa della giornata mondiale per i diritti dei bambini ecco un interessante test.

Quale di questi è un bimbo che ha subito abusi? In attesa della giornata mondiale per i diritti dei bambini ecco un interessante test.

Test. Guardate le foto che seguono, ma prima leggete questa doverosa premessa, con, per così dire, le istruzioni per svolgere al meglio questo “test”.
A seguire avete già visto esserci alcune fotografie. Tra queste c’è quella di un bimbo vittima di abusi. Mi dite qual è, secondo voi?
Indicatemelo (idealmente) e solo dopo aver fatto la vostra scelta, continuate nella lettura.

 

 

Fatto.
Se state leggendo a partire da qui, è perché avete ben chiaro quale sia il bimbo che ha subito abusi.
E lo avete indicato.
Peccato però che vi siate sbagliati. Troppo facile la risposta, non è il bimbo rappresentato dallo “smile” triste. Né quello piangente.
E se i più furbetti hanno odorato una sorta di trappola da parte mia ed hanno indicato una “faccina” sorridente, spiace dirlo ma pure loro hanno sbagliato.
Il bimbo abusato qua c’è. Ma non è tra quelli che vedete. O meglio potrebbe essere uno di quelli che vedete (sofferente o sorridente che sia, la fotografia d’altro canto coglie l’attimo non l’essenza di un’intera esistenza, quindi potrebbe pure essere quello che ride sguaiatamente!), potrebbe esserlo, ma non lo è.
In realtà il bimbo abusato non appare, pur essendoci, perchè è invisibile.
Invisibile, sì avete letto bene, per questo non avete potuto indicarlo con la certezza al 100% che fosse lui.
È  IN VI SI BI LE scandisco bene la parola perchè credo sia l’unica soluzione possibile a quanto continuiamo a vedere in prima persona ogni giorno nei nostri uffici o a leggere sui giornali.
Come definireste, o meglio, con che “smile” indichereste il bimbo  della notizia che vi copio e riporto:
<< SARONNO – Prima a mani nude, poi con una cintura e un battipanni in legno: così un pluripregiudicato di 43 anni ha picchiato il figlio di 7 anni fino a causargli un trauma cranico e contusioni multiple al volto. Secondo i carabinieri che lo hanno arrestato per maltrattamenti in famiglia, lesioni e abuso dei mezzi di correzione, non era il primo episodio di violenza: il bimbo era stato picchiato in altre occasioni e anche la mamma, da diversi anni, era oggetto di maltrattamenti e violenze fisiche, non sempre denunciati per timore della reazione del marito.>>
Ripeto: come indichiamo un bimbo così. Già picchiato in precedenza? Invisibile. Poiché a quanto pare nessuno lo abbia mai visto. Non i vicini di casa, i parenti, la scuola, l’oratorio.
Nessuno. Proprio perchè è invisibile.
Ora riguardate bene le foto riportate sopra. Ascoltate bene il battito del cuore di quei bimbi. E se saprete ascoltare, scoprirete che uno batte in modo diverso da quello degli altri…..

 Dedichiamo allora l’imminente giornata per i (violati) diritti dell’infanzia a chi contro quell’invisibilità, lotta ogni giorno.

Un Commento a “Quale di questi è un bimbo che ha subito abusi? In attesa della giornata mondiale per i diritti dei bambini ecco un interessante test.”

  • Smilla2:

    Invisibile. Poiché a quanto pare nessuno lo abbia mai visto. Non i vicini di casa, i parenti, la scuola, l’oratorio.
    Pazzesco, Massimiliano. Ho scritto più o meno la stessa cosa, l’altra sera, a proposito di questa notizia. Nessuno vede, nessuno sente….

Lascia un Commento

Come usare il Blog
Libri
libro nero pedofilia
ho conosciuto un angelo
bambini bucarest
adesivo
prometeo

Per non dimenticare Tommaso Onofri

Tommy

Archivio
Powered by AtSafe