Questa società non ama i bambini! Una amara riflessione.

La società che non ama i bambini.
Chi mi segue da tempo e legge questo blog o i miei libri sa che uno dei temi a me più ricorrenti è il seguente: “questa società NON sta dalla parte dei bambini”.
Quando dico questa frase nelle conferenze sottolineo quel NON con forza, facendo la dovuta pausa, prima di infilare un lungo elenco di aggiornamenti al riguardo.
Questa frase mi esplode con forza oggi. Rimetto la scrivania a posto e trovo due articoli.
In uno Don Mazzi parla di Erica de Nardo, l’assassina della madre e del fratellino che libera dagli impegni carcerari (vi piace se li chiamo così?) torna in libertà e va in Sud America. Dove? Ovviamente a lavorare con i bambini…
In Toscana (zona Valdinievole) un pedofilo esce dal carcere e cosa fa? Apre un’attività.
Di realtà pronte ad accogliere i carcerati ce ne sono tante, tantissime. Abili nel trovare lavori e fare progetti di reinserimento sociale. Tutte cose utilissima per carità che non mi permetto di mal-giudicare, ma che mi piacerebbe fossero attuate anche per quelle vittime spesso condannate all’ergastolo, non a pochi miseri anni, per i reati…subiti!
Tornado al pedofilo, dicevo poc’anzi, che apre un’attività. Quella di gestore di un negozio di videogiochi….
Quale attività migliore se si vuole lavorare solo  a stretto contatto con i ragazzini?
Ed infatti, pochi giorni fa, dopo più di un esposto ai servizi sociali, i carabinieri l’hanno arrestato. Il flagranza di reato, poiché tornato nuovamente ad abusare.
Quattro al momento i casi accertati.
Casi che non sarebbero avvenuti se in questa società i predatori di bambini fossero tenuti sotto stretta sorveglianza sociale, vista la loro accertata recidività.
Casi che non sarebbero avvenuti se questa società fosse una società che sta dalla parte dei bambini.
Nota conclusiva: il pedofilo del negozio finirà forse in carcere. Il suo legale dirà che è “malato e va curato”. Da lì affidamento ai servizi sociali e poi magari in una comunità a 5 stelle. Poi tra qualche anno, lui piangente dirà di “essere guarito” e di volersi adoperare per gli altri. Ottenendo magari una missione dove andare a lavorare. Con tanti bimbi intorno…

Un Commento a “Questa società non ama i bambini! Una amara riflessione.”

  • Smilla2:

    Mah, comincio a pensare che ci sia una congrua dose di malafede,in questo buonismo peloso e totalmente insensato.

Lascia un Commento

Come usare il Blog
Libri
libro nero pedofilia
ho conosciuto un angelo
bambini bucarest
adesivo
prometeo

Per non dimenticare Tommaso Onofri

Tommy

Archivio
Powered by AtSafe