Articoli marcati con tag ‘carabinieri di gardone valtrompia’

Il pedofilo del supermercato, arrestato in flagranza di reato.

Pedofilia in un centro commerciale.
Ricordo uno dei primi casi che seguimmo qua alla Prometeo. Un pedofilo, con precedenti penali sempre per abusi, fu assunto in un noto ipermercato. C’erano due posti liberi. Lui, grazie al suo titolo di studio, poteva accedere a quello di tipo “manageriale”. Invece accettò quello più “umile”, più faticoso ed economicamente meno gratificante: addetto agli scaffali.
Aprire ogni giorno scatoloni, togliere i prodotti e piazzarli, seguendo i gusti dei clienti, invogliandoli all’acquisto, fare inventari ed ordini.
Perché scelse questo? Semplice, perché il posto libero era nel reparto giocattoli.
E quindi ogni girono poteva stare a contatto con i bambini.
L’episodio mi è tornato in mente quando pochi giorni fa, in flagranza di reato, i Carabinieri hanno arrestato un altro pedofilo. Di lui non abbiamo purtroppo il nome, ma solo l’età ed il paese di provenienza (Collebeato); sappiamo però che in un centro commerciale (Auchan di Concesio) il 9 agosto ha adescato una bimba, e poi, cercando di mettersi in modo tale che le videocamere di sorveglianza non lo inquadrassero (sempre per la serie: guardate come sono lucidi, altro che malati! Ma anche per la serie: gente così quando ha fame non si ferma davanti a nulla!) si è abbassato i pantaloni e fatto quanto potete immaginarvi.
Per fortuna la scena non è passata inosservata a chi effettuava la videosorveglianza e da una analisi di tutte le immagini si è riusciti ad identificare l’uomo, che ovviamente è tornato pochi giorni fa sul luogo del delitto. Questa volta avvicinandosi a ben due bimbe, abbassandosi i pantaloni e…..vedendosi immediatamente accerchiare dai Carabinieri della stazione di Gardone Valtrompia che lo stavano aspettando (sempre grandi! Un plauso all’arma!!!!!). Le bimbe spaventate sono state riconsegnate ai genitori, ignari di quanto stava capitando (se solo quando si va al supermercato si tenessero i bimbi sempre vicino a sé!!!!)  ed il predatore è finito in carcere.
Anche in questo caso pare che il predatore avesse dei precedenti penali, sempre  e solo a danno dell’infanzia.

Come usare il Blog
Libri
libro nero pedofilia
ho conosciuto un angelo
bambini bucarest
adesivo
prometeo

Per non dimenticare Tommaso Onofri

Tommy

Archivio
Powered by AtSafe