Articoli marcati con tag ‘falsi abusi’

Coniugi Covelli: la cassazione chiede di rifare il processo.

Coniugi Covelli: la cassazione chiede di rifare il processo.
Erano diventati i paladini dei falsi abusi.
Ora però la Cassazione la pensa diversamente.
Questa l’Ansa:
“La Cassazione ha annullato con rinvio la sentenza di secondo grado che aveva assolto i coniugi Delfino e Lorena Cavezzi di Massa Finalese (Modena), condannati in primo grado dal Tribunale di Modena a 12 anni per atti di pedofilia sui loro quattro figli. La vicenda processuale, cominciata nel 1988, tornera’ quindi alla Corte d’Appello di Bologna. I figli (tre ora sono maggiorenni) furono allontanati dai genitori e la madre vive ora con un quinto figlio in Francia mentre il padre e’ rimasto nella Bassa modenese. Inizialmente era stata formulata anche l’accusa di riti satanici, poi caduta.”

LA LETTERINA DEI FALSI ABUSI DI APOLLONI.

LA LETTERINA DEI FALSI ABUSI DI APOLLONI
I casi sono due. O hanno un sacco di tempo libero (e la cosa è probabile, poiché avendo il figlio in carcere per pedofilia l’impegno è calato) oppure hanno paura (il che pure è probabile. Paura di che cosa, però?
Di chi difende i bambini abusati? Se così fosse sarebbe preoccupante).

Ieri il Giornale di Vicenza è uscito con questo articolo:
http://www.ilgiornaledivicenza.it/stories/Provincia/275421__lotta_contro_la_pedofilia_una_rete_tra_comune_psicologo_e_avvocato/
e subito, a tutte le mail del Comune è arrivata questa lettera pseudo anonima:
“Con poco entusiasmo ho letto che il Vs. Comune ha stretto un patto di amicizia con Prometeo, il cui presidente è Massimiliano Frassi. In merito a tale iniziativa sarebbe opportuno che l’intero Consiglio comunale, compreso il Sindaco e i servizi sociali, venissroe edotti su quanto pubblicato dal Centro documentazione falsi abusi e sottrazioni di minori circa il comportamento del Frassi in merito la difesa contro ogni forma di violenza sui minori (…) Cordiali saluti
Centro falsi abusi”

Dalla lettera abbiamo omesso un link che segnala quanto io sia stato amico di Paolo Onofri (dimostrando di non capire, o di non voler capire un emerito ciufolo) ma soprattutto che riporta le foto di una bimba vittima di abusi da parte di Apolloni. A conferma di quanto rispetto abbia questa gente per i bimbi.

Questo un passo della risposta del Sindaco:

“Infine cari signori , a me non interessa dei FALSI CASI ,,,,, a me interessano i CASI VERI ….. avete sentito del pediatra di VICENZA ?

anche con i video in mano si stanno trovando delle scuse e delle scorciatoie …. MA FATEMI IL PIACEREEEEEEEEEEEEE!!!!!!!!

avete il vostro diritto di denunciare i Falsi abusi , ed e’ un diritto sacrosanto. Ma i bambini e le famiglie hanno il DIRITTO di poter avere associazioni come PROMETEO a cui rivolgersi”.

Certo, contattarlo perché creerà una equipe anti abuso, significa sicuramente avere paura di chi protegge i bambini, e quindi essere da parte completamente opposte a questa lotta.
Probabilmente su questo pesa avere il proprio figlioletto (dicono dimagrito e molto arrossato, dicono) in carcere.
Concordiamo anche noi che il Comune tutto e chi ci legge venga edotto sui Falsi Abusi e poi scelga da che parte stare. Pertanto, proprio per ripassare a tutti la volgare storia di pedofilia che sta dietro questi loro inutili atti persecutori, riportiamo due link, che vi chiediamo di riguardare fino alla fine e diffondere, ovunque. Oggi più che mai.
Questi sono i falsi abusi:

http://www.youtube.com/watch?v=cwDdD3A5faA

http://www.youtube.com/watch?v=YIBmXBNEwkw

“I bambini che dicono di subire abusi in realtà sono diventati deficienti”

Carissimi amici di Prometeo,
Rieccomi a voi.
Vi contatto per dirvi che mio marito è stato condannato. Grazie al rito abbreviato ha preso solo 5 anni.
Inutile che vi dica che è libero e che la mia auto viene periodicamente rovinata…ma poco importa, l’auto si può aggiustare, i bambini no….
Ho letto la carta dei diritti dei bambini abusati che avete creato e mi ci sono ritrovata in pieno. Lavorate per favore di più col mondo della politica. Obbligateli a fare in modo che il rito abbreviato non sia più un beneficio per questi criminali. Come ha scritto Frassi questo deve essere un crimine trattato in modo diverso dagli altri crimini.
Ho letto che in Svizzera si è parlato di pena di morte per i pedofili: io ne ero contraria ma dopo aver visto i danni e gli strascichi sulla mia bambina, bhè ammetto di aver cambiato idea….
Sapete una delle cose che mi ha più ferito qual è stata?
La relazione della psicologa.
Da attente ricerche ho visto a che mondo appartiene, ma l’ho visto solo dopo.
Lei ha scritto che i “bambini che raccontano di aver subito abusi – quando ovviamente non è vero – diventano IMPROVVISAMENTE da intelligenti a dei veri e propri deficienti. Incapaci di capire i  concetti basilari”. E non aggiungo altro perché già queste poche frasi credo rendano l’idea….
Il tentativo di difesa del predatore non le è riuscito, ma è vergognoso che psicologhe, oltretutto donne, tentino di coprire un pedofilo. E se ci sono state mamme che hanno inventato una cosa così folle, lo sanno tutti che quelle mamme sono state facilmente smascherate.
Mia figlia è stata creduta, perché mia figlia dice la verità ed i bambini, soprattutto se così piccoli non si possono inventare nulla di tutto ciò.
Lentamente sta tornando alla vita. I problemi sono ancora tanti, mentre il bastardo che le ha fatto del male si fa vedere in giro abbronzato e sereno.
Quanto alla psicologa mi ha fatto sapere che i processi non finiscono al primo grado e che lei a questa bimba non crede.
Meno male che l’ha fatto il Giudice.
Chissà, forse ha pesato anche quella relazione medica della clinica dove c’è scritto che la mia piccola non ha più l’imene, causa atto sessuale completo…..
Una mamma.

Come usare il Blog
Libri
libro nero pedofilia
ho conosciuto un angelo
bambini bucarest
adesivo
prometeo

Per non dimenticare Tommaso Onofri

Tommy

Archivio
Powered by AtSafe