Articoli marcati con tag ‘prete molestatore’

“Curava” i ragazzini gay, obbligandoli a rapporti orali. Pastore in carcere.

Chi legge questo blog sa che di (folli) scuse da parte degli abusanti, negli anni, ne abbiamo sentite un’infinità.
Dal pedofilo che dà la colpa al gatto per avergli scaricato migliaia di immagini pedopornografiche, alla sorella del pedofilo che manifesta per lui in piazza perché le bambine queste cose se le inventano, a quello che collezionava immagini di pedofilia estrema “per motivi di studio” a quello ancora condannato per detenzione di pedopornografia che si offre di curare chi ha la dipendenza da materiale pedopornografico. Le scuse, i finti alibi (meglio chiamarli così) sono, lo ripetiamo, un’infinità.
Così come le altrettanto folli usanze, che hanno sempre come minimo comune denominatore l’abuso.
Una su tutte questa che vi ricordiamo con questo link:
http://www.associazioneprometeo.org/pilot.php?cl=0&ip=298&iv=298&im=373
È come se fosse in corso una gara, dove la follia in competizione con sé stessa, si rincorre, surclassandosi di volta in volta.
La notizia che analizziamo sta facendo il giro del mondo.
In Usa è finito in carcere un giovane pastore della chiesa di “Victory Fellowship” che curava, già “curava”, i ragazzini (ma anche gli adulti) che si confidavano a lui in quanto omosessuali, obbligandoli ad avere dei rapporto orali.
Alla polizia che l’ha arrestato ha dichiarato che quello era il modo in cui li aiutava per ottenere “la purezza sessuale agli occhi di Dio”.
Con due vittime (all’epoca dei fatti 14 enni) ha avuto circa una cinquantina di “incontri” nell’arco di 4 anni.
Al giudice ha detto (squilli di tromba, please) che  “in quanto pastore sentiva che era suo compito aiutare questi ragazzini e quindi, per farlo, mentre aveva con loro rapporti sessuali…mentalmente pregava per loro”.
E ancora:  “quando i ragazzini eiaculavano, i pensieri demoniaci uscivano da loro”. Ecco spiegati i rapporti sessuali.
Tra i testimoni anche un uomo di 23 anni che rivoltosi al Pastore per problemi con la moglie, si è visto abbassare i pantaloni e toccare i genitali.
Medicina alternativa?
Riti a noi peccatori, incomprensibili?
Chissà.
Certo è che l’uomo, che si chiama Brent Giroeux è stato rilasciato dietro cauzione ed a fine aprile siederà sul banco degli imputati.
Chissà nel frattempo se i problemi coniugali del suo assistito, sono rientrati.
Se  pensiamo che in Italia, per “guarire” (sic) gli omosessuali li mandano a Medjugorie…..

Come usare il Blog
Libri
libro nero pedofilia
ho conosciuto un angelo
bambini bucarest
adesivo
prometeo

Per non dimenticare Tommaso Onofri

Tommy

Archivio
Powered by AtSafe