Articoli marcati con tag ‘relazione tra calcio e violenza domesticv’

La relazione tra calcio e violenza domestica

Ho smesso di seguire il calcio da quando ho smesso di fare la raccolta delle figurine Panini. La mia unica partita ad uno stadio, per accompagnare i figli di un amico, fu fatta passando 90 minuti a guardare, esterrefatto, le tifoserie che si scontravano, tra insulti e botte, come se non ci fosse un domani, come fosse l’ultima battaglia per sopravvivere. Nessuno di loro guardava il campo da gioco…. “Meglio gli scacchi”, pensai…. Oggi leggo un dato. Appena pubblicato in Inghilterra dal Centro nazionale per gli abusi domestici. Quando la nazionale di calcio perde, le violenze domestiche aumentano: del 38%. Ma attenzione, non che vada meglio se si vince o pareggia. Anche in tal caso la violenza c’è, è registra un aumento del 26%. Durante i week end i dati possono anche raddoppiare. E se si esce da un torneo (vedi mancata qualificazione alla finale dei Mondiali, ad esempio) il picco sala ulteriormente. “La Coppa del Mondo porta con sé fattori di stress emotivo e situazionale, che creano una tempesta perfetta per quanto riguarda gli episodi di violenza domestica. Il passatempo è stato associato a un’impennata dei livelli di testosterone, che alcuni ricercatori hanno legato al comportamento aggressivo. I tifosi si avvicinano a ogni partita con una forte identità culturale, in modo da interiorizzare vittorie e sconfitte. Una competizione della durata di un mese significa che ci sono più discussioni tra i partner su cosa guardare in televisione. Le partite si svolgono spesso nei fine settimana e nei giorni eccezionalmente caldi, che sono di nuovo associati ad aumenti di violenza. E il torneo è pesantemente commercializzato, con molti negozianti e ristoratori che sfruttano l’opportunità di aumentare le vendite di alcolici, un altro fattore strettamente associato alla violenza domestica”, si legge nel suddetto report. Sarebbe interessante, e molto, fare la medesima ricerca in Italia….

Come usare il Blog
Libri
libro nero pedofilia
ho conosciuto un angelo
bambini bucarest
adesivo
prometeo

Per non dimenticare Tommaso Onofri

Tommy

Archivio
Powered by AtSafe