Articoli marcati con tag ‘solidarietà per pino la monica’

I Video dei sostenitori di Pino La Monica.

I Video dei sostenitori di Pino La Monica.
Per collegarci al post sopra riportato, ecco due video che ci avete fatto avere sempre dopo la lettura delle lettere sopra citate.
In questo caso i manifestanti sono a favore di Pino la Monica (condannato in primo grado a 9 anni e 9 mesi per abusi su 9 bimbe e detenzione di pedopornografia estrema). I video (incommentabili) appaiono sulla pagina pubblica di You Tube dello stesso La Monica.

Video 1:

http://www.youtube.com/watch?v=yH7mkIgmTUo&feature=share

Video 2:
http://www.youtube.com/watch?v=sE8xv_qnshY&feature=share

Di starsene zitti manco a parlarne. Ancora news dal mondo La Monica

DALLA GAZZETTA DI REGGIO.

Caso La Monica. Cena di solidarietà e raccolta fondi.

Per le vittime? Ma quando mai, cena pro Pino, che torna in Italia anche per riabbracciare  i sostenitori.
 REGGIO. Cena natalizia di solidarietà per aiutare Pino La Monica ad affrontare le spese legali che non devono essere state poche dal momento dell’arresto-shock – nel marzo 2008 – con l’accusa di abusi su alcune minorenni che frequentavano i suoi corsi di teatro. Tre anni tormentati e pieni di colpi di scena, in cui si sono succeduti al suo fianco non solo quattro avvocati difensori (Vainer Burani, Mario Di Frenna, Francesco Miraglia e Tullio Virgili che l’ha assistito nell’ultimo scorcio processuale) ma anche diversi consulenti tecnici.
INVITO SU INTERNET. In questi giorni si sono mobilitati gli amici di La Monica e il «tam tam» corre veloce sul web, non solo per dare una mano concreta all’educatore-attore che probabilmente affronterà l’anno prossimo il processo d’appello (in primo grado è stato condanna a 9 anni e 9 mesi di reclusione), ma anche per riabbracciare Pino che negli ultimi tempi ha vissuto lontano da Reggio e rientra per trascorrere le festività in famiglia.
L’AIUTO DEL COMITATO. Un appoggio certamente non isolato e che non è mai mancato a La Monica, a partire dall’attività del «Comitato insieme per Pino» che ha sostenuto la sua innocenza, non solo a colpi di comunicati-stampa ma anche con manifestazioni pubbliche (una fiaccolata, il sit-in davanti al tribunale), per non parlare della partecipazione assidua alle udienze di un processo difficile e pieno di tensioni.
PROBLEMI ECONOMICI. Ora l’incontro con Pino sotto le feste: una cena (con raccolta fondi) per sostenerlo in una battaglia legale che appare ancora lunga – La Monica da sempre si proclama innocente e ha dichiarato più volte di non voler interrompere la sua attività teatrale con i bambini – il che significa che le cene di solidarietà degli amici non si esauriranno certo in questo Natale. Difficoltà economiche già affacciatesi nei mesi scorsi, quando durante il processo di primo grado era emerso che La Monica aveva chiesto ed ottenuto l’accesso all’istituto del gratuito patrocinio che prevede per i non abbienti la possibilità di avere un difensore che viene pagato dallo Stato. Nel presentare la sua richiesta, l’educatore-attore era riuscito a dimostrare di avere un reddito pari a zero, cosa peraltro probabile, trattandosi di un professionista che viveva di convenzioni con enti che – al momento dell’apertura dell’inchiesta della procura – avevano preferito tutelarsi rescindendo ogni rapporto con La Monica. Il 36enne è stato condannato nel giugno scorso a quasi dieci anni di carcere, ma anche al pagamento di 120mila euro (fra risarcimento-danni e spese legali) alle tre bimbe costituitesi parte civile tramite l’avvocato Marco Scarpati. (t.s.) .

Come usare il Blog
Libri
libro nero pedofilia
ho conosciuto un angelo
bambini bucarest
adesivo
prometeo

Per non dimenticare Tommaso Onofri

Tommy

Archivio
Powered by AtSafe