Articoli marcati con tag ‘sopravvivere ai testimoni di geova’

I Testimoni di Geova non rispettano i bambini?!

I Testimoni di Geova non rispettano i bambini?!

Ricordate  questo mio post? Parlavo dei testimoni di Geova e dela loro avversione verso i personaggi più amati dai bambini (da Harry Potter ai Puffi), in quanto portatori di messaggi satanici, con conseguenti divieti: questo il post: http://www.massimilianofrassi.it/test/liberate-la-pantera-rosa.html .
Oggi torno a parlarvene facendovi vedere un filmato. Realizzato dalla Watch Tower, la Torre di Guardia. Non importa se non capite l’inglese, togliete l’audio e guardatelo con attenzione. Guardate soprattutto come si lavora sulla mente dei bambini, per farli sentire in colpa. Rei, di voler giocare con un giocattolo che hanno tutti gli altri bimbi…..
Esistono diversi modi per abusare un bambino. Questo è uno di quelli:
http://www.youtube.com/watch?v=Mm-72VQflK4

SOPRAVVIVERE AI TESTIMONI DI GEOVA.


SOPRAVVIVERE AI TESTIMONI DI GEOVA.
Ovvero, quando Dio è un pretesto….
Per motivi che vi spiegherò prossimamente, tra i tanti fronti già aperti, ne apro un altro.
In verità è legato ad un capitolo già presente nel mio ultimo libro Il libro nero della pedofilia, dove parlo (documenti alla mano) delle protezioni degli abusi all’interno della congregazione dei testimoni di Geova.
Prima di arrivare agli abusi sui bimbi ed a come gli abusanti vengono protetti, passo ad occuparmi di  quel lento, efficace, lavorio di plagio. Per reclutare nuovi adepti.
Plagio doloroso per chi assiste inerme dal di fuori. Plagio inesistente per chi né è la vittima interessata.
Plagio che forse, solo chi si è SALVATO può raccontare. Come fa questa signora, in una lettera apparsa lo scorso natale su un giornale di Sondrio:

Ex Testimone di Geova

Da ex Testimone di Geova gradirei dire alcune cose su di loro. I Testimoni di Geova non sono cristiani, anche se si dichiarano gli unici veri cristiani. Essi negano infatti i fondamenti stessi del cristianesimo: la Trinità, e la divinità di Gesù Cristo, il Figlio di Dio.In secondo luogo, loro hanno una propria Bibbia, che non è quella ebraico-cristiana, perché in molti punti essenziali è stata manipolata in maniera da  confermare la loro dottrina. Cioè non sono i Testimoni di Geova che si conformano alla Sacra Scrittura,
ma è questa che viene adattata alla dottrina stabilita da loro Corpo Direttivo dei TdG. Quest’ultimo perciò ha la grave colpa di aver falsificato la Sacra Scrittura in cose essenziali, per farle dire cose che essa non dice o per farle dire il contrario di quello che essa dice.
L’Organizzazione del loro movimento, la Torre di Guardia (Watch Tower, con sede a Brooklyn), e il periodico “La Torre di Guardia”, sono da loro considerate l’unico strumento valido per spiegare quello che dice la Bibbia. Loro rompono ogni rapporto umano e  considerano estranei e da evitare tutti coloro che non appartengono a questa setta, anche se sono parenti stretti e amici un tempo carissimi, ed anche addirittura il marito, la moglie e i figli, per cui nelle famiglie che non sono tutte formate da Testimoni di Geova avvengono  rotture e scissioni crudeli e inumane. Loro trovano calore affettivo e amicizia soltanto  all’interno del movimento geovista,frequentando la loro “Sala del Regno” (il luogo dove si radunano). Tutte le altre persone sono estranee e nemiche e con esse non bisogna avere nulla a che fare. Questo spirito “settario” rende estremamente difficile ogni sincero dialogo con loro. La mia decisione di mettere fine a quest’esperienza è nata per motivi  ideologici.
Ma è stato stressante non poterne parlare con nessuno. È una perdita di tempo cercare di aiutare un Testimone ad uscire dall’Organizzazione perché il cieco zelo e l’impenetrabilità alla critica da parte loro sono permanenti al familiare che cerca di liberarlo dalla Torre di Guardia. L’Organizzazione sa che deve costantemente alimentare i propri adepti con lo stesso materiale, settimana dopo settimana, perché ha paura che un affiliato cominci a pensare e ad agire autonomamente. Il Corpo direttivo sa che il Testimone di Geova più ignora i fatti, più diventa mentalmente ristretto rischiando di non cambiare più. Del resto, sebbene i Testimoni siano realmente ignari della maggior parte del contesto biblico, tuttavia in conversazioni scritturali si sente a suo agio, perché è stato ampiamente indottrinato su cosa deve pensare e come rispondere. E questo controllo è quotidiano e non vengono accettate critiche di nessun genere. Per fare un esempio, io mi trovavo l’anno scorso, prima di uscire fuori da questa setta, ad una Sala del Regno in una località romagnola (anche se sono  romagnola ero lì con mio marito per motivi di lavoro) e c’era un Sorvegliante di origini sarde con la sua famiglia (completamente condizionata. Che pena fa  vedere bambini totalmente in preda alle follie dei genitori, senza averne colpa alcuna!). Ad un certo punto, per il solo fatto di aver sollevato una piccola obiezione al marito, la moglie del sorvegliante, dopo avermi preso a male parole ha cacciato via me e mio marito dalla Sala, gridandoci dietro i vari epiteti che usano loro nei confronti di noi dissociati (Apostati, servi di Satana, figli di Babilonia ecc. ecc). Fortunatamente adesso io e mio marito siamo usciti fuori e finalmente possiamo festeggiare il nostro  secondo Natale (sì perché quando eravamo Testimoni di Geova non potevamo  festeggiare nulla, tantomeno il Natale). Scusatemi lo sfogo ed auguri di buone feste
a tutti!
F.T.

(per mia personale scelta ho tolto il nome e cognome dell’autrice che in realtà apparivano nella lettera)

Come usare il Blog
Libri
libro nero pedofilia
ho conosciuto un angelo
bambini bucarest
adesivo
prometeo

Per non dimenticare Tommaso Onofri

Tommy

Archivio
Powered by AtSafe