Articoli marcati con tag ‘tommaso onofri’

Ricordando Tommy

Pisogne e l’associazione per la lotta alla pedofilia Prometeo con sede nel paese del lago d’Iseo oggi hanno ricordato il bambino a cui è dedicato uno dei parchi del paese

di MILLA PRANDELLI

 

FONTE:
http://www.ilgiorno.it/brescia/tommy-onofri-1.1939694?wt_mc=fbuser

 

Tommaso Onofri 10 anni dopo… 2 marzo 2006 / 2 marzo 2016

masimiliano frassi + tommaso onofri 10 anni dopoSono passati già 10 anni. Eppure sembra solo ieri. Oggi saresti un ometto. Grande e col ciuffo alla moda. Pronto per andare a scuola. Con uno zaino pieno di progetti e quel primo amore che ti fa battere il cuore.
Invece….invece luridi avanzi d’uomini, che meriterebbero di marcire a vita in una cella buia, hanno deciso che così non doveva essere. Gelosi forse di ciò che tu saresti stato e che loro mai avrebbero potuto essere. In nessuna vita.
Questa è la tua foto che preferisco, tra tante. Me la diede tua mamma, la mia adorata Paola. Ci sei tu e dietro dietro il mare. E guardandoci ci sembri quasi sfottere, mostrandoci la lingua, pronto a prendere il largo. Tu già sai che oltre quel mare nessuno fa del male ai bambini e starai bene, nell’attesa di ritrovarci tutti. Ma noi, che restiamo, questo non lo sappiamo. Noi che restiamo, viviamo il peso della tua assenza, come un macigno. Un macigno che fa dannatamente male. Perché non è vero che il tempo cancella. Il tempo, semmai, amplifica.
Perdonaci se puoi. E divertiti, già, divertiti.
Come solo i bambini sanno fare.
A chi ti chiede miracoli o altro ricorda che ora tu devi solo stare tranquillo.
Quanto a noi, ci rivedremo. E sarà bello vedere che in questi anni sei rimasto così….ciao ranocchietto, un bacio grande dallo zio Max.

p.s. e non dare troppi tic tac a quel cagnolino buffo che è venuto subito a salutarti, che poi me lo vizi <3

Dalla pagina Facebook di Massimiliano Frassi
a cura di Blog Staff.

 

Oggi l’ultimo saluto a Paolo Onofri, papà del piccolo Tommy

Oggi si sono svolti i funerali di Poalo Onofri.

Questo pezzo di Gabriele Balestrazzi della Gazzetta di Parma di cui riportiamo il link, crediamo sia l’epitaffio migliore:

http://www.gazzettadiparma.it/news/parma/160044/Quell-uomo-ruvido–quella-famiglia.html

 

Auguri piccolo Tommy! Sempre nei nostri cuori! <3

Auguri Tommy….a te e a tutti i tuoi compagni di gioco…volati via troppo presto…richiamati in forze ad un cielo che di angeli dovrebbe essere saturo, dato che qua non ne vediamo più….ciao ranocchietto, il nostro è un arrivederci non un addio…intanto sei nei battiti migliori del nostro cuore, nel nostro impegno, in quei sorrisi che restituiremo anche grazie a te…ora va e gioca, corri e gioca. solo quello ti chiediamo…di giocare e ridere a crepapelle, con quel sorriso che tu sai…..♥
http://www.youtube.com/watch?v=2JodiBrraUE

 

Lettera della zia di Tommy: “è straziante non vederti, ma sei sempre con noi!”

Nella giornata in cui si tiene la Cassazione per Antonella Conserva, riporto la lettera dolcissima apparsa alcuni giorni fa sulla Gazzetta di Parma, scritta dalla zia del piccolo Tommaso. Perché come diciamo sempre, Tommy non si dimentica. Non si può dimenticare. Mai. 

“Ciao dolcissimo Tommy, sono passati 6 anni da quel maledetto giorno, sembra un secolo, sembra ieri, ma più di tutto sembra impossibile.
Quante volte guardando fuori mi pare di vederti arrivare sgambettando con i tuoi ricciolini e la tua tutina rossa…poi mi rendo conto che non potrà più essere così.
È ancora troppo vivo il ricordo di quella sera, quando ti hanno strappato dal seggiolone e dalla tua famiglia.
Eri ancora piccolo, indifeso, ma ora saresti un bambino di 7 anni…quante cose ti hanno impedito di fare e di vivere questi infamie  vigliacchi.

Il dolore è sempre più grande, la ferita sempre più profonda, la vita sembra si sia fermata a quel maledetto 2 marzo, ma allo stesso tempo va avanti inesorabilmente, anche per quei criminali che da 6 anni cercando in tutti i modi di trovare un appiglio per uscire di galera.
Chissà se hanno mai pensato a quel piccolino, che piangeva impaurito e infreddolito, di cui non hanno avuto alcuna pietà, su cui si sono scagliati con tanta rabbia e tanto odio.

Tra pochi giorni ci sarà l’ultimo appello, mi auguro che questa giustizia terrena possa fare finalmente il suo dovere in modo serio, per quella divina, non ho dubbi.
Sarebbe veramente atroce vedere qualcuno dei responsabili di tanto crimine in libertà, senza alcun pentimento, perché una parola o un pensiero per te,  non l’hanno mai avuta se non ipocritamente sui giornali giusto in concomitanza con le udienze, per accaparrarsi qualche ipotetico consenso.

Ciao piccolino, ora sei al sicuro.
È straziante non vederti e non abbracciarti, ma sei sempre con noi ogni attimo della giornata.
Tanti bacini,
zia Patty.

02 Marzo 2006 – 02 Marzo 2012 Tommaso Onofri.

Non è vero che il tempo aiuta, anzi a volte più la distanza tra noi è chi abbiamo amato aumenta, più cresce anche la nostalgia.

Nel tuo caso, però, la distanza ha fatto aumentare sempre più l’amore. Che continua a sgorgare, come un generoso torrente dall’altura di un monte innevato, incessante.

Chissà, forse perché il tuo viso e il tuo nome abbiamo deciso di tatuarceli sul cuore.

O più semplicemente perché, Tommy non si dimentica.

Ciao ranocchietto…..

Antonella Conserva potrebbe tornare in libertà

NO COMMENT.

Mi chiedo solo: che paese è quello che non tutela nemmeno un bambino di 17 mesi sdraiato su un tavolo dell’obitorio?

“Conserva, i motivi della sentenza. Si va verso la scarcerazione?”
La Cassazione ha depositato le ragioni che hanno portato all’annullamento della condanna a 30 anni per la donna accusata del rapimento del piccolo Tommy. Il nuovo processo potrebbe cominciare il prossimo autunno

La Cassazione ha depositato oggi le motivazioni della sentenza che lo scorso 13 dicembre annullò la pena a 30 anni di carcere per Antonella Conserva, accusata del rapimento del piccolo Tommaso Onofri, e ne dispose il rinvio al tribunale d’Appello di Bologna per un nuovo processo.
La prima udienza deve ancora essere fissata, ma probabilmente l’imputata tornerà in tribunale il prossimo autunno. E non è escluso che lo faccia da donna libera: il collegio difensivo potrebbe valutare di presentare un’istanza di revoca o di sostituzione della misura della custodia cautelare in carcere, dal momento che la condanna non è definitiva.
Per ora, gli avvocati  Eduardo Rotondi, Pierluigi Anastasio, Luigi Vincenzo e i criminologi Carmelo Lavorino e Dante Davalli si riservano di analizzare in modo approfondito le motivazioni della Corte suprema sia in ordine agli aspetti giuridici, criminologici e investigativi, sia in ordine agli aspetti testimoniali, delle scene del crimine, delle ricostruzioni spaziali-temporali e cronologiche.
Per ora, annunciano con un comunicato, c’è “ampia soddisfazione per  il riconoscimento che la Giustizia ha conferito al nostro lavoro e la speranza che un’innocente venga strappata dall’ingiusta carcerazione e che finalmente si possa dare volti e nomi precisi agli assassini del piccolo Tommaso Onofri e ai mandanti del rapimento e della bieca uccisione”.
La Cassazione, che nella stessa udienza ha invece confermato l’ergastolo per Mario Alessi, avrebbe annullato la sentenza della Conserva per un errore procedurale: una carenza nelle motivazioni depositate dalla Corte d’Appello.
Maria Chiara Perri – da La Repubblica Parma.

Per ripassare:

Massimiliano Frassi da Claudio Brachino per Tommy:
http://www.youtube.com/watch?v=lqL_2MHcPUo

“I bambini sono angeli: parola di Mario Alessi”:
http://www.youtube.com/watch?v=GflrJEvMqck&feature=related

Povero Tommy…..

Ergastolo per Mario Alessi, confermato ieri dalla Cassazione , mentre per la gentil consorte Antonella Conserva nuovo processo d’appello. Povero cucciolo, non ti lasciano proprio in pace…..

Come usare il Blog
Libri
libro nero pedofilia
ho conosciuto un angelo
bambini bucarest
adesivo
prometeo

Per non dimenticare Tommaso Onofri

Tommy

Archivio
Powered by AtSafe