Una mamma va dal parroco con la sentenza di condanna di un pedofilo. Ed il parroco…

Incontrare o meno l’orco che vi ha tolto l’infanzia.
È stato questo il tema che ha accomunato la maggior parte delle vostre lettere giunte al nostro ufficio in questa ultima settimana di luglio. Lettere sollecitate da un mio post di alcuni giorni fa dove, appunto, vi interrogavo, riportando una vostra testimonianza, sull’opportunità o meno di incontrare l’orco. Che quando eravate piccoli vi aveva ferito.
Stamani vi racconto un episodio. Che pochi minuti fa mi è stato raccontato da una mamma del nostro coordinamento vittime pedofilia.
La quale con l sua famiglia è andata dal parroco dove vive, portando con sé la sentenza della Cassazione che ha portato in Carcere, poco tempo fa, il pedofilo che ha abusato per moltissimi anni di sua figlia.
Pedofilo che era pure volontario (“attivissimo”) presso la parrocchia (oratorio e centro d’ascolto stranieri, in primis).
Il Parroco dopo aver ascoltato la donna, ha detto che “lui non può permettersi di credere a tutto quello che gli viene detto” e che il suo parrocchiano era molto “bravo, sempre disponibile e soprattutto generoso”, quindi “gli è difficile credere che fosse un pedofilo”.
Inutile dire che lo stesso parroco non ha speso una parola per informarsi su come stia l’unica vittima di questa ennesima triste vicenda. Forse perché anche lui è uno di quelli che pregano per i pedofili ma mai per i bambini abusati.

5 Commenti a “Una mamma va dal parroco con la sentenza di condanna di un pedofilo. Ed il parroco…”

  • Rita:

    Non se ne può più di sentire questo tipo di pensiero.Dovrebbero rispondere legalmente anche i preti delle scelte dei loro volontari. Come dovrebbero ripondere i dirigenti delle scuole o delle associazioni sportive per gli operatori dei settori educativi. Forse si spenderebbero a controllare l’operato piuttosto che difendere dopo i fatti. Pensare che sarebbe sufficente controllare le credenziali e supervisionare il lavoro con i minori. Sicuramente gli orchi troverebbero delle strategie ma almeno non li vedremmo agire cosi sfacciatamente.Gli uomini di Dio che chiedono ai fedeli di credere sulla parola sono i primi a non “potersi permettere” di credere alla parola dell’uomo.Quanta amarezza. Un’abbraccio forte a questa coraggiosa famiglia.

  • samantha:

    “lui non può permettersi di credere a tutto quello che gli viene detto” e che il suo parrocchiano era molto “bravo, sempre disponibile e soprattutto generoso”, quindi “gli è difficile credere che fosse un pedofilo”
    PECUNIA NON OLET

  • Cleo1971:

    Buongiorno a tutti,
    fa più comodo essere ignoranti, girarsi dall’altra parte e nascondersi dietro al non so, non credo….
    In questo modo non assumi posizioni, resti estraneo a questa tragedia.
    E’ più comodo.
    Io non vivo nell’ipocresia e dico cosa penso:
    Di questo dannato pedofilo (e di tutti i facenti parte di questa immonda specie), unica ed inequivocabile soluzione PENA DI MORTE!!!!
    Per questo pretuccolo: lasciasse fare il mestiere di prete a chi nè ha la capacità e sopratutto la fede!
    Aggiungo che è un prete da 4 miseri soldi, Giuda almeno vendette la sua anima per 30 denari ….questo ha la sua che ne vale si e no 4!

    Concludo
    Tutti conosciamo la Bibbia e tutti conosciamo questo insegnamento(Matteo 18,1-11)

    “In quel momento i discepoli si avvicinarono a Gesù dicendo: «Chi dunque è il più grande nel regno dei cieli?». Allora Gesù chiamò a sé un bambino, lo pose in mezzo a loro e disse: «In verità vi dico: se non vi convertirete e non diventerete come i bambini, non entrerete nel regno dei cieli. Perciò chiunque diventerà piccolo come questo bambino, sarà il più grande nel regno dei cieli.

    E chi accoglie anche uno solo di questi bambini in nome mio, accoglie me.
    Chi invece scandalizza anche uno solo di questi piccoli che credono in me, sarebbe meglio per lui che gli fosse appesa al collo una macina girata da asino, e fosse gettato negli abissi del mare. Guai al mondo per gli scandali! E’ inevitabile che avvengano scandali, ma guai all’uomo per colpa del quale avviene lo scandalo!

    Se la tua mano o il tuo piede ti è occasione di scandalo, taglialo e gettalo via da te; è meglio per te entrare nella vita monco o zoppo, che avere due mani o due piedi ed essere gettato nel fuoco eterno. E se il tuo occhio ti è occasione di scandalo, cavalo e gettalo via da te; è meglio per te entrare nella vita con un occhio solo, che avere due occhi ed essere gettato nella Geenna del fuoco.

    Guardatevi dal disprezzare uno solo di questi piccoli, perché vi dico che i loro angeli nel cielo vedono sempre la faccia del Padre mio che è nei cieli. E’ venuto infatti il Figlio dell’uomo a salvare ciò che era perduto”.

  • giuppy:

    DE MINIMIS NON CURAT PRAETOR… il pretore non si cura di cose di poca importanza… già, perchè la PEDOFILIA è pedofilia!

  • monica zuncheddu:

    Sapessi quante volte mi sono sentita dire “ma pover uomo!!!…….. Ma non può essere… ma è così bravo…Ma no…”
    E quanta gente ha detto che ci eravamo inventate tutto,che l’avevamo fatto solo x i soldi…(????????)
    Anche noi aspettiamo la sentenza della cassazione e poi tapperemo la bocca agli infami che hanno difeso il bastardo con le bugli!!!

Lascia un Commento

Come usare il Blog
Libri
libro nero pedofilia
ho conosciuto un angelo
bambini bucarest
adesivo
prometeo

Per non dimenticare Tommaso Onofri

Tommy

Archivio
Powered by AtSafe