Vallo Della Lucania: minacce ai genitori che denunciarono gli abusi.

Dopo la pausa estiva è ripreso ieri il processo di Vallo Della Lucania, con la dolorosa testimonianza di un genitore (“abbiamo adempiuto ad un dovere connesso alla potestà genitoriali, ora aspettiamo con serenità l’esito del giudizio della magistratura”) .
Tra gli elementi emersi quelli riportati nel titolo apparso oggi su un giornale locale, che ben traduce lo spirito del processo: i genitori che hanno denunciato gli abusi sui propri figli, all’inizio del percorso pare siano stati minacciati.

7 Commenti a “Vallo Della Lucania: minacce ai genitori che denunciarono gli abusi.”

  • stefania:

    Io continuo a domandarmi perché alcuni criminali vengono protetti mentre invece le vittime e/o i loro familiari vengono lasciati “soli”.
    Riferendomi al blog della legge è uguale per tutti, a me non sembra proprio.
    Mamma Teresa non meritava tutela? I genitori di Vallo non meritano tutela ?
    Tutte le vittime non meritano tutela ?
    Perché quei maiali si. (mi scuso con la specie animale).
    È mai possibile che a questi ultimi vengano concessi sempre protezione, attenuanti, giustificazioni, redenzioni ecc. ecc.. Per non parlare poi del patrocinio gratuito. Le vittime quasi sempre devono pagare da sé e le “cure psicologiche” sappiamo tutti che sono il salasso che sono.
    La vogliamo capire che a quei rifiuti umani spetta solo il marcire in galera ? Ma la “vera galera”, con tutte le conseguenze del caso.
    Chiunque sostenga che una bimba di 7 anni sia sessualmente precoce e propositiva, merita solo di essere condannato a vita. (avrei altri suggerimenti ma mi astengo).

  • ledar:

    cioè… se uno incolpa la monica o tadini è un fomentatore d’odio, e via di slogan e manifestazioni in piazza. se invece si minacciano delle famiglie che soffrono per abusi commessi sui loro piccoli, allora tutti zitti tranne un titoletto su un quotidiano locale? c’è seriamente “qualcosa” che non va…

  • samantha:

    Come hai ragione Ledar, ci sono veramente troppe cose che non vanno.
    Come gli diciamo sui denti quello che gli và diventiamo fomentatori, le loro inciviltà, le loro parole, le loro azioni invece le ritengono legittime. Sono arrivati persino ad uccidere una madre.
    Ha da cambiare la cultura, ne parlavo giusto oggi con un vecchio amico, che come gli ho toccato l’argomento mi ha zittito dicendomi di non parlarne perchè è una cosa schifosa che lo fa stare troppo male (lui ha una figlia femmina). E no mio caro, gli ho detto, bisogna parlare e bisogna capire, tu il pedofilo magari lo incontri per strada e ti giri dall’altra parte, a me da pure fastidio che giri per strada e che un giorno qualunque magari insidia proprio tua figlia e allora che fai?.
    I genitori che chiedono giustizia vengono infangati, derisi, ignorati, isolati, minacciati…nell’indifferenza di troppa gente, sì, troppa gente, perchè anche uno solo che sia indifferente non si può definire civile.
    Ha da cambiare la cultura, ma cambierà, sì sì sì che cambierà.
    Non ce ne staremo più nè nascosti nè zitti, perchè, almeno per quel che mi riguarda, mi sono proprio stufata!

  • samantha:

    E già che ci sono mi è tornato in mente:
    Una società civile cosa dovrebbe rispondere ad esempio ad un la monica che il giorno dopo la condanna a 10 anni e all’interdizione perenne dal lavorare coi minori rilascia un’intervista dove dice che lui lavorerà sempre coi bambini e che se non potrà farlo qui lo farà all’estero?
    Cosa risponde una società civile a questa presa in giro?
    Cosa sta facendo oggi il la monica visto che è a piede libero, in attesa che coi dovuti tempi si concluda anche il terzo grado di giudizio?
    E’ tornato a lavorare da delle sorelle salesiane di Pizzapalù che magari manco hanno internet e non scoprono chi è?

  • CHECCO1995:

    Probabilmente la loro sfrontatezza è dovuta anche al fatto che in realtà i bambini abusati e i loro genitori non sono cautelati come dovrebbero,in Italia.
    Per fortuna però bisogna ricordare alle vittime e ai genitori che non sono e non saranno mai soli!!!!

  • grande Ledar. davvero Grande!!!!!!!!!!

Lascia un Commento

Come usare il Blog
Libri
libro nero pedofilia
ho conosciuto un angelo
bambini bucarest
adesivo
prometeo

Per non dimenticare Tommaso Onofri

Tommy

Archivio
Powered by AtSafe